Dolomia è la prima acqua minerale col marchio IoSonoFvg

Conferme importanti e new entry per l’edizione 2022 di Beer&Food Attraction

Annunciate le vincitrici del concorso nazionale “Extra Cuoca – Il talento delle donne per l’olio extra vergine di oliva”

Federico Casucci vince Do It Dry! con il ready to drink Kolino

Accordo JEFTA Giappone – UE: importante traguardo per le aziende casearie italiane

Dal primo febbraio scorso per le aziende lattiero-casearie italiane sarà più facile vendere i propri prodotti in Giappone  grazie all’entrata in vigore dell’accordo Ue-Giappone Jefta che prevede un progressivo abbattimento delle barriere tariffarie. L’accordo faciliterà gli scambi commerciali tra Sol Levante ed Europa, abbracciando diversi settori, ma soprattutto quelli agroalimentare e automobilistico. Da una parte […]

Mercato Redazione 4 - 6 Febbraio 2019

Jefta, formaggi, Italia

Dal primo febbraio scorso per le aziende lattiero-casearie italiane sarà più facile vendere i propri prodotti in Giappone  grazie all’entrata in vigore dell’accordo Ue-Giappone Jefta che prevede un progressivo abbattimento delle barriere tariffarie.
L’accordo faciliterà gli scambi commerciali tra Sol Levante ed Europa, abbracciando diversi settori, ma soprattutto quelli agroalimentare e automobilistico. Da una parte ci sarà, infatti, la liberalizzazione del mercato automobilistico dal Giappone verso l’Europa e dall’altro quello dei prodotti agroalimentari Ue verso il Giappone; non a caso l’accordo è stato ribattezzato “Cars for cheese”.

Secondo i dati forniti da Assolatte nel 2018 le imprese italiane hanno esportato in Giappone oltre 10mila tonnellate di formaggi, il 9% in più rispetto all’anno precedente con un valore dell’export che sfiora i 68 milioni di euro.
L’Italia è il primo fornitore europeo di formaggi in Giappone – terza destinazione extra-Ue dei prodotti caseari italiani – il quinto nel mondo e detiene il 52% del mercato nipponico dei formaggi erborinati-Dell’accordo Ue-Giappone Jefta ne beneficeranno i formaggi erborinati, freschi, fusi e molli. Sono formaggi ben 10 delle 44 Indicazioni Geografiche italiane che vengono tutelate in Giappone grazie all’accordo: Asiago, Fontina, Gorgonzola, Grana Padano, Mozzarella di Bufala Campana, Parmigiano Reggiano, Pecorino Romano, Pecorino Toscano, Provolone Valpadana, Taleggio.

Ma non solo formaggi, anche altri prodotti beneficeranno di questi accordi come, per esempio, le birre che  potranno essere esportate in Giappone con una tassazione simile, eliminando le differenze tra una birra e l’altra.
L’accordo JEFTA si rivela di fondamentale importanza per le economie europee: basti pensare che coinvolge un mercato di oltre 600 milioni di persone, ovvero un terzo del Pil mondiale


Print Friendly, PDF & Email
Condividi su:
Questo articolo ha una valutazione media di: 5/5 (1)

Lascia una valutazione

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
    Autore articolo:
    Redazione 4

    Altri articoli:

    Puoi usare i filtri dei menu a tendina per selezionare gli autori o le categorie o fare una ricerca libera.

    All Angela PetroccioneDavide Di VietroFabio RussoRedazione 7 HorecanewsninmorfeoRedazioneRedazione 2Redazione 3Redazione 4Redazione 5Rosaria CastaldoSimona RiccioValentina Masotti
     
    🔍