Compagnia dei Caraibi e Maison Ferrand presentano la finale del concorso per bartender Do It Dry

L’Antica Distilleria Petrone unica “Brilliant Italian Company 2022” del Sud Italia

La Guida Michelin 2022 conferma la stella al Ristorante Moma

HorecaTV a Host 2021. Intervista con Vittoria Percuoco di Caffè Moreno srl

Airbnb vuole una sua compagnia aerea

Airbnb è pronta a spiccare il volo acquisendo una propria compagnia aerea. L’indiscrezione raccolta in occasione della Bto di Firenze e pubblicata inizialmente da missionline.it, sta diventando realtà dopo le ultime dichiarazioni del numero uno della piattaforma leader di scambio case, Brian Chesky. “Ci stiamo concentrando sul mondo dei trasporti aerei” ha dichiarato senza mezzi […]

Ospitalità Redazione - 15 Marzo 2018

Airbnb è pronta a spiccare il volo acquisendo una propria compagnia aerea.
L’indiscrezione raccolta in occasione della Bto di Firenze e pubblicata inizialmente da missionline.it, sta diventando realtà dopo le ultime dichiarazioni del numero uno della piattaforma leader di scambio case, Brian Chesky. “Ci stiamo concentrando sul mondo dei trasporti aerei” ha dichiarato senza mezzi termini avvalorando l’ipotesi che Airbnb voglia entrare totalmente nel segmento turistico, occupandosi di ogni tappa del viaggi, dai voli agli alloggi. “Vogliamo entrare nel business end-to-end dei viaggi dei nostri clienti”  ha dichiarato Chesky al Sunday Times.
In attesa del decollo, la piattaforma di prenotazioni sta vivendo un momento magico; il servizio di Airbnb, nato nel 2008 è presente ad oggi in 192 paesi con più di 300 milioni di visitatori, un fatturato di 4 miliardi di dollari ed una valutazione di 31 miliardi di dollari.
Di recente ha realizzato una profonda modifica al proprio sito web che ora, oltre a presentarsi con un look nuovo, permette ricerche più mirate. Inoltre ora Airbnb ha allargato la sua offerta a case “luxury”, le Airbnb plus, e ai boutique hotel.
L’accordo tra Airbnb e il mondo dell’hotellerie ha suscitato molte polemiche; a insorgere anche l’American Hotel and Lodging Association per la quale la piattaforma starebbe eludendo le normative che gli impedirebbero di occuparsi di alberghi. “Se lo vuol fare – hanno aggiunto – lo può fare ma deve essere tassata e soggetta alle stesse normative di sicurezza degli hotel“; una polemica quella degli albergatori contro Airbnb precedente anche a questo ultimo accordo.
L’obiettivo di Airbnb è di raggiungere un miliardo di arrivi entro il 2028 con un mercato in netta espansione, un risultato che a questi ritmi non si farà fatica a raggiungere.


Print Friendly, PDF & Email
Condividi su:
Questo articolo ha una valutazione media di: Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
    Autore articolo:
    Redazione

    Altri articoli:

    Puoi usare i filtri dei menu a tendina per selezionare gli autori o le categorie o fare una ricerca libera.

    All Angela PetroccioneDavide Di VietroFabio RussoRedazione 7 HorecanewsninmorfeoRedazioneRedazione 2Redazione 3Redazione 4Redazione 5Rosaria CastaldoSimona RiccioValentina Masotti
     
    🔍