La Strada dell’Olio e.v.o. Dop Umbria al Vinitaly 2023

Mionetto e la sua anima internazionale a Vinitaly 2023

Parte il conto alla rovescia per Vinitaly – 2. Ecco alcune delle realtà che troverai in fiera

Compagnia dei Caraibi a Vinitaly con un format innovativo di degustazione

Notizie FLASH
Guarda tutte le ultime Notizie FLASH

NOTIZIE FLASH



Buoni pasto: più facili da usare ma sempre meno accettati

Dal 9 settembre di quest’anno sono entrate in vigore nuove disposizioni in materia di utilizzo dei buoni pasto. Si è, ad esempio eliminato il divieto di cumulabilità e si è ampliata la gamma di esercizi commerciali presso cui è possibile pagare con il buono: non solo bar e ristoranti ma qualsiasi attività commerciale venda beni […]

Redazione - Pubblicato il 14 Dicembre 2017 alle ore 14:33
Categoria: Attualità

buoni pasto

Dal 9 settembre di quest’anno sono entrate in vigore nuove disposizioni in materia di utilizzo dei buoni pasto. Si è, ad esempio eliminato il divieto di cumulabilità e si è ampliata la gamma di esercizi commerciali presso cui è possibile pagare con il buono: non solo bar e ristoranti ma qualsiasi attività commerciale venda beni alimentari, comprese, ad esempio, le aziende agricole.
La riforma, inoltre, prevede il graduale e definitivo passaggio dal buono cartaceo a quello elettronico (che aprirà molte possibilità di utilizzo degli stessi anche nel vending) e ribadisce il divieto di utilizzare il voucher per l’acquisto di beni personali (come, ad esempio, la spesa da portare a casa).
Queste modifiche che dovevano essere un modo per incentivare l’utilizzo dei buoni pasto e rappresentare una forma più concreta di sostegno ai lavoratori, si stanno, in realtà, verificando un vero flop. Di fatto, aumentano sempre più gli esercizi che non accettano buoni pasto: o li accettano solo per metà dell’importo da pagare o accettano esclusivamente quelli del circuito “Qui Ticket” in possesso dai lavori del settore pubblico.
Una problematica che è conseguenza di un ulteriore danno perpetrato ai danni degli esercenti che lamentano varie problematiche prime tra tutte, commissioni troppo alte e tempi troppo lunghi per ricevere i pagamenti.
Si attendono quindi ulteriori aggiornamenti su una possibile risoluzione della questione che faccia risponda sia ai bisogni dei lavoratori che degli esercenti


Print Friendly, PDF & Email
Condividi su:
Questo articolo ha una valutazione media di: Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.

    Autore articolo:
    Redazione

    Altri articoli:

    Puoi usare i filtri dei menu a tendina per selezionare gli autori o le categorie o fare una ricerca libera.

    All Alberto PresuttiAngela PetroccioneDavide Di VietroFabio RussoRedazione 7 HorecanewsninmorfeoRedazioneRedazione 2Redazione 3Redazione 4Redazione 5Rosaria CastaldoSimona RiccioValentina Masotti
    🔍