HorecaTv a Sigep 2023. Intervista con Roberto Brazzale di Brazzale SpA

Debutta a Taste 2023 Salsamenteria GiòeGiuà, sapori tramandati e ritrovati

WOW Burger di Autogrill tra i vincitori dei Europe Menu Innovation Award 2022

Hospitality 2023: la nuova era dell’ospitalità è outdoor

Notizie FLASH
Guarda tutte le ultime Notizie FLASH

NOTIZIE FLASH



Colazione, spuntini e più ferro: i nutrizionisti per il ritorno dei bambini a scuola

Con il ritorno a scuola, i bambini hanno bisogno di sfruttare al meglio la propria memoria per studiare, oltre che di una carica extra di energia per completare i compiti, giocare e fare sport. Ecco perché una alimentazione corretta è fondamentale per affrontare il nuovo anno scolastico con forza e vitalità. Ferro, vitamine e sali […]

Redazione - Pubblicato il 25 Settembre 2018 alle ore 6:45

Colazione bambini

Con il ritorno a scuola, i bambini hanno bisogno di sfruttare al meglio la propria memoria per studiare, oltre che di una carica extra di energia per completare i compiti, giocare e fare sport. Ecco perché una alimentazione corretta è fondamentale per affrontare il nuovo anno scolastico con forza e vitalità.

Ferro, vitamine e sali minerali aiutano i piccoli studenti nel ritorno ai banchi di scuola. L’indicazione arriva dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per la quale quella del ferro è considerata la carenza nutrizionale più diffusa al mondo.

Si tratta della causa principale di anemia, comune nei bambini più piccoli anche nei paesi industrializzati. L’assenza di ferro, come di vitamine e sali minerali, influisce in maniera consistente su deficit di attenzione e concentrazione dei bambini in classe. E allora, secondo Elisabetta Bernardi, biologa nutrizionista dell’Università di Bari, esperta di educazione alimentare, nutrizione per lo sport, ma soprattutto di divulgazione scientifica, non possono mancare nell’alimentazione dei bambini carne, legumi, muesli, cereali integrali, vale a dire tra gli alimenti a maggiore contenuto di ferro.

Al corretto sviluppo del cervello contribuisce anche il consumo di cibi contenenti vitamine del gruppo B (soprattutto B12), acido folico, zinco, iodio e acidi grassi omega-3. Al contrario, una dieta ricca in grassi e zuccheri può danneggiare attraverso i radicali liberi le strutture cerebrali.

Se oltre a fare esercizio fisico si mangia una grande varietà di alimenti – afferma Ealisabetta Bernardi – si possono ottenere quantità adeguate di nutrienti essenziali come proteine, vitamine e minerali, carboidrati e fibra alimentare, tutti importanti per la salute fisica e mentale”. Utili quando si studia sono gli alimenti di origine animale, perché in grado di ottimizzare le funzioni cognitive.

Se la colazione è il motore della giornata, anche gli spuntini sono essenziali per non arrivare troppo affamati a pranzo e cena. No alle bevande zuccherine, a merendine e alimenti confezionati ricchi di grassi saturi. I nutrizionisti consigliano per colazione il latte, lo yogurt, con cereali, oppure biscotti o muesli con scaglie di cioccolato fondente, gustoso anche del pane (preferibile se integrale) con miele o marmellata, torte leggere fatte in casa con farine alternative non raffinate e frutta fresca. Gli spuntini: almeno 4 merende su 6 dovrebbero essere a base di frutta.


Print Friendly, PDF & Email
Condividi su:
Questo articolo ha una valutazione media di: Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.

    Autore articolo:
    Redazione

    Altri articoli:

    Puoi usare i filtri dei menu a tendina per selezionare gli autori o le categorie o fare una ricerca libera.

    All Angela PetroccioneDavide Di VietroFabio RussoRedazione 7 HorecanewsninmorfeoRedazioneRedazione 2Redazione 3Redazione 4Redazione 5Rosaria CastaldoSimona RiccioValentina Masotti
    🔍