Bufala Fest: un’edizione all’insegna della sostenibilità

Pasta Garofalo e Marvel Studios insieme per “The Cooking Universe”

Nuovi successi per Centinari Franciacorta

L’evoluzione delle ghost kitchen al centro del nuovo appuntamento TrendTalk di Rational

Fiorini presta Pop Wine, tre etichette ispirate alla Pop Art

La Cantina Fiorini presenta Andy, Radiant e Roy: una trilogia di nuovi vini ispirati alla Pop Art frutto di un percorso di ricerca e sperimentazione

Prodotti Vino & Spumante Redazione - 22 Aprile 2020

Fiorini, Pop Wine

In questo momento in cui l’emergenza sanitaria causata dalla diffusione del COVID-19 va di pari passo con le difficoltà delle imprese e delle attività del nostro Paese, a causa delle misure contenitive, abbiamo bisogno anche di segnali positivi. Per questo Horecanews.it, tenendo fede al patto d’informazione con i suoi lettori, ha deciso di non fermare la normale programmazione ma di tenervi aggiornati sulle notizie del settore, anche per concedere un momento di svago dalle difficoltà del momento.

È ispirata ai grandi protagonisti della Pop Art l’ultima novità di Fiorini, cantina che affonda le sue radici nella storia e nel paesaggio delle colline marchigiane (in provincia di Pesaro e Urbino).

Si tratta della collezione “Pop Wine”, composta da Andy, Radiant e Roy: una trilogia di nuovi vini “particolari”, frutto del percorso di ricerca e sperimentazione che caratterizza da sempre l’azienda.

Tutto nasce da un’intuizione di Paolo Tornati, che insieme alla moglie Carla Fiorini è a capo dell’azienda agricola.

Il progetto muove i primi passi nel 2012 con il primo vino, Andy 2014. Da allora una strada fatta di studio, applicazione, sensibilità e capacità visione, che fanno maturare in Paolo la consapevolezza di un diverso “ruolo” destinato a questi vini, man mano che prendono forma anche gli altri due, Radiant e Roy.
Per descriverlo, non c’è modo migliore che il paragone con la Pop Art: se essa, attraverso un approccio dirompente, aveva sradicato il tradizionale concetto di arte come appannaggio di un’èlite per formulare una nuova idea di “Arte per tutti”, con queste tre etichette Fiorini ha scelto di esplorare il vino da strade nuove e non convenzionali.
“Produrre vino, dopotutto, è una forma d’Arte perché ha nella Natura la sua musa ispiratrice” sottolinea Paolo Tornati.

Ciascuno dei tre “Pop Wine” rappresenta l’approdo di una ricerca a sé stante: Andy esprime la longevità del vino bianco più rappresentativo del territorio, il Bianchello; Radiant è l’inedita combinazione di due vitigni autoctoni marchigiani da uve bianche; Roy accoglie l’inaspettata riscoperta di un vitigno rosso.


L’omaggio alla Pop Art passa dagli stessi nomi, ispirati a tre dei suoi più celebri interpreti: Andy Wharol, Keith Haring (per “Radiant Baby”, dalla serie di icone dell’artista statunitense) e Roy Lichtenstein. Ma è quell’aggettivo “particolare”, a cui il nome si accompagna, a denotare la carica innovativa di questi tre vini: Andy, “particolare di vendemmia”; Radiant “insieme particolare”, Roy “rosso particolare”.

“Questa trilogia testimonia la voglia di sperimentare e fare qualcosa di assolutamente nostro” racconta Carla Fiorini.
Andy, Radiant e Roy hanno in comune non solo la volontà di superare le convenzioni, ma anche quella di raccontare il vino come materia viva, diretta emanazione della personalità del produttore e del contesto naturale che li circonda.

Non per nulla, fin dal processo di lavorazione, i tre Pop Wine di Fiorini sono vini non classificabili, anzi decisamente aperti alle possibilità.
“Ci piace definirli “dinamici”, per la loro capacità di cambiare” continua Carla Fiorini. “Si tratta di vini che hanno come minimo un paio di anni, quindi hanno già una loro portata narrativa. Ma sono anche “particolari” nel sapersi raccontare in modo diverso addirittura man mano che si assaggiano”.

Alla base della ricerca che guida la trilogia Pop c’è in fondo un unico obiettivo, per Fiorini: riportare al centro il piacere – sensoriale e intellettuale – del bere, come diritto di scoprire e lasciarsi sorprendere, al di là delle tecniche e delle prassi.

I Pop Wine sono venduti in una confezione speciale da tre bottiglie, nelle enoteche e negozi specializzati, e in azienda, dove sono oggetto di un apposito percorso degustativo “Pop”, che da oggi arricchisce la consueta proposta di vini in assaggio.

CANTINA FIORINI – Quella di Fiorini è una storia agricola che si intreccia con le nuove frontiere del vino. L’azienda custodisce, da più di 100 anni, una storia di cultura, etica e rispetto. Immersa nelle colline della provincia di Pesaro e Urbino (località Barchi, comune di Terre Roveresche), ama attingere dalle proprie radici ma sempre per orientare un percorso rivolto al futuro. In ogni etichetta, non a caso, emerge il forte legame identitario con la cantina, che si tratti di autentici omaggi alla tradizione o di sapienti sperimentazioni. Un presupposto fondamentale per Carla Fiorini, imprenditrice ed enologa che, pur avvalendosi di un assiduo confronto con consulenti professionisti da tutta Italia, ha tracciato una sua autonoma ricerca per elaborare quella visione personale che oggi caratterizza la cantina e i suoi vini.

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.


    Print Friendly, PDF & Email
    Condividi su:
    Questo articolo ha una valutazione media di: Ancora nessun voto.

    Lascia una valutazione

      Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
      Autore articolo:
      Redazione

      Altri articoli:

      Puoi usare i filtri dei menu a tendina per selezionare gli autori o le categorie o fare una ricerca libera.

      All Angela PetroccioneDavide Di VietroFabio RussoRedazione 7 HorecanewsninmorfeoRedazioneRedazione 2Redazione 3Redazione 4Redazione 5Rosaria CastaldoSimona RiccioValentina Masotti
      🔍