Italia Zuccheri a Relais Desserts, sul palco dell’alta pasticceria mondiale

Milano Verticale | UNA Esperienze nuovamente premiato agli Italian Mission Awards 2022

illycaffè e Gambero Rosso annunciano la partenza dei lavori della 23esima edizione della guida Bar d’Italia

Tilby racconta la digitalizzazione del settore Horeca a EuroCIS 2022

Flavio Innocenzi nuovo direttore del Consorzio Tutela Formaggio Asiago

È Flavio Innocenzi il nuovo direttore del Consorzio Tutela Formaggio Asiago, una delle DOP italiane più conosciute e apprezzate.


È Flavio Innocenzi il nuovo direttore del Consorzio Tutela Formaggio Asiago.

Veronese, classe 1970, Innocenzi torna a ricoprire il ruolo che aveva già assunto dal 2010 al 2018 dopo un’esperienza, dal 2018 al 2020, come direttore commerciale di Veronafiere SPA.

Innocenzi affiancherà il Presidente e il Consiglio d’Amministrazione assumendo, oltre alla responsabilità degli aspetti organizzativi del Consorzio nel suo complesso, anche quella dei rapporti con i soci, gli enti esterni, le associazioni di categoria e gli altri organismi istituzionali in Italia e all’estero.

Al nuovo direttore il compito di promuovere la cultura distintiva del prodotto e di proseguire e rafforzare la già intensa attività di tutela e valorizzazione anche internazionale svolta con successo dal Consorzio Tutela Formaggio Asiago nell’ultimo decennio.

Formaggio Asiago: la Dop

La denominazione di origine protetta “Asiago” Wè riservata al formaggio prodotto esclusivamente con latte vaccino, ottenuto nel rispetto del presente disciplinare. Si produce con latte di allevamenti ubicati all’interno della zona delimitata e trasformato in caseifici ubicati all’interno della zona stessa” (articoli 1 e 2 del Disciplinare Asiago DOP).

Che il formaggio si produca con latte fresco e sano potrebbe apparire scontato, ma non lo è: svariati latticini in commercio possono essere realizzati a partire da semilavorati reperiti sul mercato globale o mediante l’aggiunta di componenti latte in polvere.

Questo per i formaggi DOP non può accadere, poiché tutte le fasi di lavorazione, dalla materia prima alla commercializzazione di ogni forma devono rispettare le regole di produzione tramandate dalla tradizione ed espresse dal disciplinare di produzione.

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.


    Print Friendly, PDF & Email
    Condividi su:
    Questo articolo ha una valutazione media di: Ancora nessun voto.

    Lascia una valutazione

      Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
      Autore articolo:
      Redazione 2

      Altri articoli:

      Puoi usare i filtri dei menu a tendina per selezionare gli autori o le categorie o fare una ricerca libera.

      All Angela PetroccioneDavide Di VietroFabio RussoRedazione 7 HorecanewsninmorfeoRedazioneRedazione 2Redazione 3Redazione 4Redazione 5Rosaria CastaldoSimona RiccioValentina Masotti
      🔍