A Viareggio la seconda tappa del Sina Chefs’ Cup Contest

Ricola celebra con Slow Food la Giornata Mondiale delle Api

A Tuttopizza il nuovo servizio di Casolaro Hotellerie per piatti personalizzati

Per la Giornata Mondiale della Biodiversità, Mulino Bianco lancia “Rigoli Special Edition”

Frantoi Cutrera: in Sicilia il primo impianto ipertecnologico per un extravergine di qualità

Frantoi Cutrera presenta il nuovo frantoio ipertecnologico, uno dei più avanzati al mondo operativo dalla prossima campagna olearia

Aziende Olio e condimenti Tecnologia Redazione - 28 Gennaio 2022

      Ascolta la notizia in formato audio

Frantoi Cutrera, azienda che da ben sei generazioni coltiva ulivi e produce olio extravergine unicamente da olive autoctone in uno dei territori più vocati della Sicilia ossia Chiaramonte Gulfi, ridisegna il suo futuro in nome dell’innovazione.
Pionieri nella ricerca e nello sviluppo di nuove tecnologie applicate all’estrazione, Cutrera può dirsi fiero oggi di essere uno dei frantoi più tecnologicamente avanzati al mondo, inaugurando un nuovo concetto di lavorazione delle olive e pronto a riscrivere la storia della produzione olearia di alta qualità in Sicilia.

La tecnologia 4.0 e il controllo totale dell’estrazione

Tutti i macchinari presenti nel nuovo frantoio di Cutrera sono stati progettati grazie alla collaborazione con Pieralisi, leader mondiale delle macchine olearie. Essi sono interconnessi grazie all’utilizzo della tecnologia 4.0; ogni fase della produzione è quindi minuziosamente controllata da una serie di sensori che intervengono per risolvere ogni minima criticità. In particolare, la presenza di un selezionatore ottico ad infrarossi, unico al mondo applicato al settore oleario, consente di scartare le olive danneggiate o quelle non considerate conformi in base ai propri criteri di qualità. Questo processo consente di ottenere un miglioramento qualitativo alla base.

Una ricetta per ogni cultivar

La frangitura non può essere uguale per tutte le olive in quanto queste non sono sempre e tutte uguali. Il nuovo impianto 4.0 permette di gestire il ciclo di produzione in base alla varietà, al periodo di raccolta e alla temperatura ambientale. Inoltre, è stato creato un sistema innovativo che permette di settare, e quindi di gestire, ogni singolo processo dell’impianto in base ad una “ricetta” (segreta) personalizzata per cultivar, provenienza e stato di maturazione al fine di esaltare le proprietà organolettiche di ogni varietà di oliva. Ciò sarà possibile intervenendo, per ciascuna, su fattori come la velocità e la tecnica di frangitura, la taratura nel “protoreattore”, il tempo di gramolazione, etc… Tutto il processo, inoltre, è termocondizionato: è possibile agire sulle temperature di ogni singola fase, dal lavaggio delle olive sino all’imbottigliamento e questo consente, oltre ad esaltare le note aromatiche di mantenere a lungo, in modo ottimale, tutti i parametri chimici e organolettici.

“Iniziamo questo 2022 festeggiando un grande traguardo che per noi, come sempre, rappresenta solo un nuovo inizio, perché non ci fermiamo mai– commenta Salvatore Cutrera, uno dei titolari del Frantoio Cutrera -. Dietro tanta ricerca e sperimentazione, grazie anche alla collaborazione con Pieralisi, c’è comunque la nostra esperienza di frantoiani da generazioni. E il fattore umano per noi è importantissimo! Siamo quindi orgogliosi, oggi, di poter integrare il nostro know how e la passione che mettiamo, quotidianamente, nel nostro lavoro con le migliori tecnologie in assoluto per offrire ai consumatori solo il meglio”.

Frantoi Cutrera

Da diverse generazioni la famiglia Cutrera si dedica alla coltivazione degli ulivi e alla produzione di olio extra vergine di oliva. Alcuni documenti dimostrano che, nel 1906, la famiglia già si dedicava già alla coltivazione e alla cura degli ulivi a Chiaramonte Gulfi.

Giovanni Cutrera ha fondato il primo frantoio oleario nel 1979, con l’aiuto di sua moglie Maria. Nel corso degli anni i figli di Giovanni, Maria, Giusy e Salvatore si sono uniti al padre nella sua azienda. Nel 1999 è stato aperto un secondo frantoio.

Tutta la famiglia e i produttori locali erano consapevoli della qualità dell’olio prodotto nei Monti Iblei, quindi hanno deciso di trovare un modo per commercializzarlo al di là del mercato locale. È stata una scommessa che i risultati attuali dimostrano essere stata vinta.

Dal 2000, la Cutrera è gestita da tre figli, Maria, Giusy e Salvatore con i loro coniugi e da qualche anno anche la terza generazione sta cominciando a unirsi alla gestione dell azienda di famiglia.

La Frantoi Cutrera dispone attualmente di due impianti con tre linee di estrazione, un magazzino per lo stoccaggio di olio, un moderno impianto di imbottigliamento, gestisce più di 50 ettari di uliveti nei Monti Iblei ed esporta il prezioso olio di oliva in più di 30 Paesi nel Mondo.


Print Friendly, PDF & Email
Condividi su:
Questo articolo ha una valutazione media di: Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
    Autore articolo:
    Redazione

    Altri articoli:

    Puoi usare i filtri dei menu a tendina per selezionare gli autori o le categorie o fare una ricerca libera.

    All Angela PetroccioneDavide Di VietroFabio RussoRedazione 7 HorecanewsninmorfeoRedazioneRedazione 2Redazione 3Redazione 4Redazione 5Rosaria CastaldoSimona RiccioValentina Masotti
    🔍