“I Dolci delle Feste dei Grandi Interpreti by Mulino Caputo”: un trionfo di Farina e Cioccolato

Elior ottiene la certificazione IDEM per la parità di genere

La Fiera Nazionale del Panettone e del Pandoro sbarca a Roma

Rancilio alla finale mondiale del Gelato Festival World Masters con RS1

Granarolo: ANPAL approva il piano per incrementare la formazione dei dipendenti

Granarolo annuncia che l’Anpal ha approvato il progetto "Un passo avanti" per la formazione dei dipendenti.

Aziende Business Le Aziende informano Notizie Redazione 2 - 23 Dicembre 2020

Granarolo annuncia che l’Agenzia Nazionale Politiche Attive Lavoro (Anpal) ha approvato, nell’ambito del Fondo Nuove Competenze, il progetto Un passo avanti.

Alla luce della recente accelerazione generata dalla trasformazione digitale, Granarolo ha deciso di potenziare la propria proposta formativa verso impiegati e addetti alla produzione per diffondere al proprio interno nuove competenze. L’obiettivo è anche di puntare a una transizione resiliente che consenta di approcciare in modo trasformativo il business, sempre maggiormente orientato verso la sostenibilità nelle sue tre declinazioni (economica, ambientale e sociale) che non possono prescindere dall’innovazione.

Il progetto vede coinvolti complessivamente 482 lavoratori di cui 282 nell’area Corporate per un monte ore pari a 8.274 ore e 200 nell’area Manufacturing per un monte ore pari a 12.178 ore. I primi corsi sono partiti il 18 dicembre.

Granarolo da sempre investe sulla formazione tecnico-specialistica, linguistico, relativa a qualità, sicurezza e ambiente come leva di aggiornamento delle professionalità e arricchimento delle competenze e rendiconta annualmente il proprio impegno nel Bilancio di Sostenibilità.

Siamo riusciti a raggiungere questo obiettivo in un anno difficile come quello che si sta per chiudere grazie all’intervento dell’innovativo Fondo Nuove Competenze che investe sul capitale umano delle imprese italiane”, ha commentato Riccardo Piaggi, Direttore Risorse Umane e Organizzazione di Granarolo. “Il processo di approvazione molto veloce da parte delle istituzioni ci ha consentito di anticipare i bisogni delle nostre persone e dare loro modo di sviluppare competenze oggi importanti per poter essere sul mercato. I nuovi mondi del lavoro che stiamo costruendo, anche in virtù di consolidati modelli di relazioni industriali, ci stanno consentendo di ragionare meglio in ottica di sostenibilità e welfare. Molto cambierà nei mesi a venire, mettendo sempre più al centro le persone”.

Il Fondo Nuove Competenze, creato dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Nunzia Catalfo, e gestito da Anpal, ha coinvolto 46 mila lavoratori per un totale di 4 milioni e 166 mila ore di formazione. Sull’intero territorio nazionale le istanze approvate sono state 19.

Il Fondo Nuove Competenze si rivolge ai datori di lavoro privati che stipulino accordi collettivi di rimodulazione dell’orario di lavoro dei propri lavoratori, per mutate esigenze organizzative e produttive o per favorire percorsi di ricollocazione. La rimodulazione dell’orario di lavoro deve essere finalizzata ad appositi percorsi di sviluppo delle competenze del lavoratore. Il Fondo remunera il costo del personale relativo alle ore di frequenza dei percorsi formativi stabiliti dagli accordi collettivi.

 

Il Gruppo Granarolo, uno dei principali player dell’agroalimentare italiano, comprende due realtà diverse e sinergiche: una cooperativa di produttori di latte – Granlatte – che opera nel settore agricolo e raccoglie la materia prima – e una società per azioni – Granarolo S.p.A. – che trasforma e commercializza il prodotto finito e conta 14 siti produttivi dislocati sul territorio nazionale, 2 siti produttivi in Francia, 3 in Brasile, 1 in Nuova Zelanda, 1 nel Regno Unito ed 1 in Germania. Il Gruppo Granarolo rappresenta così la più importante filiera italiana del latte direttamente partecipata da produttori associati in forma cooperativa. Riunisce infatti oltre 600 allevatori produttori di latte, un’organizzazione di raccolta della materia prima alla stalla con 70 mezzi, 720 automezzi per la distribuzione, che movimentano 850 mila tonnellate/anno e servono quotidianamente circa 50 mila punti vendita presso i quali 20 milioni di famiglie italiane acquistano prodotti Granarolo. La missione del Gruppo all’estero è di esportare la tradizione di prodotti Made in Italy, anche uscendo dal perimetro dairy. Granarolo ha infatti diversificato il proprio portafoglio negli ultimi anni. Il Gruppo si avvale di controlli qualità esterni svolti da enti di certificazione internazionale qualificati e garantiti dall’International Food Standard (IFS), dal British Retail Consortium (BRC) e dall’EU Organic Food Certification (CCPB). Dal 2002, il processo produttivo è certificato dal sistema di gestione qualità ISO 9001. Il Gruppo Granarolo conta 2.772 dipendenti al 31/12/2019. Il 77,48% del Gruppo è controllato dal Consorzio Granlatte, il 19,78% da Intesa Sanpaolo, il restante 2,74% da Cooperlat. Nel 2019 il Gruppo ha realizzato un fatturato di oltre un miliardo e 300 milioni di Euro.

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.


    Print Friendly, PDF & Email
    Condividi su:
    Questo articolo ha una valutazione media di: Ancora nessun voto.

    Lascia una valutazione

      Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
      Autore articolo:
      Redazione 2

      Altri articoli:

      Puoi usare i filtri dei menu a tendina per selezionare gli autori o le categorie o fare una ricerca libera.

      All Angela PetroccioneDavide Di VietroFabio RussoRedazione 7 HorecanewsninmorfeoRedazioneRedazione 2Redazione 3Redazione 4Redazione 5Rosaria CastaldoSimona RiccioValentina Masotti
       
      🔍