Simposio AMPI: le creazioni dei maestri pasticceri esposte all’interno del Parco archeologico di Pompei

Tuttopizza: a Napoli la fiera dedicata alla pizza

Italia Zuccheri a Relais Desserts, sul palco dell’alta pasticceria mondiale

Milano Verticale | UNA Esperienze nuovamente premiato agli Italian Mission Awards 2022

Gruppo Carlsberg instaura una partnership con Desolenator

Circa il 70% della superficie mondiale è coperta da acqua, ma solo l’1% è accessibile e potabile. Come Gruppo birraio, Carlsberg è da sempre impegnato a creare Partnership con le Comunità locali che vadano oltre la riduzione dell’uso di acqua nei suoi Stabilimenti, nell’ottica di contribuire a salvaguardare le   risorse   idriche   collettive. Grazie ad una […]

Aziende Notizie Redazione 2 - 8 Marzo 2021

Circa il 70% della superficie mondiale è coperta da acqua, ma solo l’1% è accessibile e potabile. Come Gruppo birraio, Carlsberg è da sempre impegnato a creare Partnership con le Comunità locali che vadano oltre la riduzione dell’uso di acqua nei suoi Stabilimenti, nell’ottica di contribuire a salvaguardare le   risorse   idriche   collettive. Grazie ad una valutazione fatta con il WWF utilizzando il Water Risk Filter, il Gruppo Carlsberg ha identificato i Siti ad alta priorità di intervento in tutto il Mondo e i bacini idrici da cui essi attingono (tutti i sette Birrifici indiani rientrano nelle aree a rischio idrico).

Le Sundarbans, nel Bengala Occidentale, distano circa 120 km dallo Stabilimento di Carlsberg a Calcutta, città con 4,7 milioni di persone e situata in una zona critica. Un’area circondata da acqua salata in balia di mareggiate sempre più estreme causate dai cambiamenti climatici. Ricordiamo il ciclone Amphan, che nel 2020 ha interessato il Bengala Occidentale devastando un’area già duramente colpita dalla pandemia.

Desolenator, sistema di depurazione dell’acqua alimentato al 100% da energia solare, utilizza energia termica ed elettrica per distillare l’acqua. Questo permette di ottenere acqua di alta qualità dalle fonti più diverse, ottenendo risultati importanti per le Comunità senza danneggiare l’ambiente.

Un punto chiave per valutare il successo del Progetto è capire come le persone avranno accesso all’acqua potabile creata.

È allo studio un modello di distribuzione grazie ad una Partnership globale e multidisciplinare che beneficia delle competenze locali, tra cui l’ONG WaterAid e del Sundarbans Social Development Centre. Creato su misura per la vita e le esigenze della popolazione del distretto di South 24 Pargana, il modello di distribuzione creerà occupazione per le micro-attività locali gestite soprattutto da donne, contribuendo allo sviluppo economico delle famiglie all’interno della Comunità.

Un approccio che mira davvero a cambiare lo stato delle cose consentendo l’approvvigionamento a lungo termine di acqua potabile, fattore che pone le basi per tutti gli altri obiettivi di sviluppo locale: salute, istruzione, generazione di reddito ed empowerment al femminile.

Cees ‘t Hart CEO del Gruppo Carlsberg ha dichiarato: “Il programma Together Towards ZERO è la risposta di Carlsberg Group alle sfide globali quali il cambiamento climatico e la scarsità d’acqua. L’acqua è una risorsa del nostro Pianeta fondamentale per la vita, nonché elemento imprescindibile della nostra attività: senza acqua non c’è birra. Le sfide sono globali e Carlsberg le affronta tenendo in considerazione le specifiche realtà locali in cui opera.

Nelle aree ad alto rischio, Carlsberg si impegna a sviluppare Partnership con l’obiettivo di tutelare le risorse idriche collettive, per garantire alle Comunità locali vicine ai Birrifici del Gruppo l’accesso ad acqua pulita e sicura. Grazie a Progetti come questo, utili anche a introdurre tecnologie innovative, Carlsberg contribuisce quindi alla salute pubblica, favorendo l’accesso all’acqua pulita e capitalizzando la propria storia fatta di scienza, innovazione e solidarietà”.

Rishi Chawla, Vice President Corporate Affairs di Carlsberg India, ha affermato: “L’India vive la crisi globale idrica. Questa collaborazione ha un enorme potenziale, sia nella creazione di una soluzione sostenibile, sia nel fornire al contempo l’opportunità alle donne delle Comunità locali di gestire in prima persona la distribuzione di questa preziosa risorsa”.

VK Madhavan, Managing Director di WaterAid India ha sostenuto: “Nel distretto di South 24 Pargana, gli alti livelli di salinità rendono l’acqua inadatta al consumo umano, creando problemi enormi alle famiglie. Il flusso e il riflusso dell’acqua dai fiumi generano enormi variazioni quotidiane nei livelli di salinità, rendendo la depurazione una sfida. Questo impianto di desalinizzazione è progettato per gestire tali variazioni e, in virtù della sua dipendenza dall’energia solare, è un’opzione allettante e sostenibile. Il successo, non solo della tecnologia ma anche della gestione delle infrastrutture da parte della Comunità, potrebbe ispirare altre aree soggette a inondazioni con problematiche simili per quanto riguarda la qualità dell’acqua”.

 

Louise Bleach, Development and Impact Lead di Desolenator ha dichiarato: “Siamo orgogliosi di collaborare con il Gruppo Carlsberg, un’Azienda i cui obiettivi per il 2030 stanno definendo lo standard per la sostenibilità aziendale. Come Project Manager è stato un privilegio lavorare con organizzazioni multidisciplinari così speciali, così come le donne imprenditrici delle Sundarbans. L’impatto di questa collaborazione va oltre l’approvvigionamento di acqua pulita. È una dimostrazione del potenziale di cambiamento a cui si può aspirare riunendo diversi Partner attorno a una visione di futuro condivisa. Quando si tratta di Sostenibilità globale, siamo tutti Stakeholder di un obiettivo che potrà essere raggiunto solo lavorando insieme.

 

Desolenator è la prima tecnologia al mondo che sfrutta l’energia solare termica ed elettrica per la depurazione dell’acqua. L’obiettivo è trasformare sorgenti d’acqua complesse in acqua potabile di alta qualità su larga scala, senza alcun impatto ambientale. La tecnologia aiuta le Aziende a intraprendere un’azione efficace per affrontare le sfide idriche collettive, contribuendo a creare operazioni più efficienti in termini di acqua e catene del valore.
Desolenator fornisce anche sicurezza idrica alle Comunità stimolando la resilienza climatica, migliorando i risultati sanitari e ponendo le basi per la crescita economica.

 

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.


    Print Friendly, PDF & Email
    Condividi su:
    Questo articolo ha una valutazione media di: Ancora nessun voto.

    Lascia una valutazione

      Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
      Autore articolo:
      Redazione 2

      Altri articoli:

      Puoi usare i filtri dei menu a tendina per selezionare gli autori o le categorie o fare una ricerca libera.

      All Angela PetroccioneDavide Di VietroFabio RussoRedazione 7 HorecanewsninmorfeoRedazioneRedazione 2Redazione 3Redazione 4Redazione 5Rosaria CastaldoSimona RiccioValentina Masotti
      🔍