Comal festeggia i suoi primi 40 anni

Granarolo: parte il tour estivo del Food Truck Unconventional

Al via la XXXV rassegna Müller Thurgau: Vino di Montagna

La cucina e la filosofia si incontrano per l’evento “Filosofi a Tavola”

Per i 25 anni di Pomireau, Morelli cucinerà con Chicco e Bobo Cerea

Tante cene a quattro mani per festeggiare i 25 anni di attività del Pomiroeu di Giancarlo Morelli. Pomiroeu è una parola dialettale che significa pometo e che un tempo indicava il borgo di Seregno dove si estendevano le coltivazioni di mele. In questo quartiere esisteva, fin dal 1850, una vecchia osteria, di quelle dove si […]

Protagonisti Ristorazione Redazione - 4 Ottobre 2018

Pomiroeu Giancarlo Morelli

Tante cene a quattro mani per festeggiare i 25 anni di attività del Pomiroeu di Giancarlo Morelli. Pomiroeu è una parola dialettale che significa pometo e che un tempo indicava il borgo di Seregno dove si estendevano le coltivazioni di mele. In questo quartiere esisteva, fin dal 1850, una vecchia osteria, di quelle dove si mangiava e si beveva con semplicità. Oggi è un salotto cittadino, un punto di ritrovo sicuro, un angolo discreto e riservato di mondo.

Per festeggiare i 25 anni del ristorante stellato a Seregno, in Brianza si sono incontrati Norbert Niedekofler, del St. Hubertus di San Cassiano in Alta Badia (fresco di tre stelle Michelin), con il quale Giancarlo Morelli ha elaborato il progetto internazionale Care’s – The Ethical Chef day e Antonio Guida, due stelle Michelin del ristorante Seta, all’interno del Mandarin Hotel di Milano. Tante cene a quattro mani nel ristorante brianzolo proprio per celebrare l’anniversario.

L’ultimo appuntamento sarà con Chicco e Bobo Cerea del Ristorante Da Vittorio, 3 stelle Michelin a Brusaporto (BG) il prossimo 23 ottobre. I venticinque anni del Pomiroeu sono celebrati con un menu degustazione, con i piatti che hanno contrassegnato la storia dello chef di Seregno: dai classici casoncelli alla bergamasca al risotto che gli è valso il “Premio Gallo”, mantecato alla ricotta di bufala leggermente affumicata con tartare di gamberi rossi e tartufo nero, colatura di alici al piccione in doppia cottura. Presente a ogni appuntamento, poi,  il lievitato di Giancarlo Morelli dedicato al venticinquesimo e arricchito con mela, bergamotto e cannella.

Il Pomiroeu “è nato per caso, come tutte le cose importanti – racconta Giancarlo Morelli, che guida anche il Bulk Mixology Food & Bar e il Morelli di Milano, il Phi Beach in Costa Smeralda e la Trattoria Trombetta sempre a Milano – “Se non ci fosse stato Pomiroeu, forse non ci sarei stato nemmeno io. E pensare che l’ho comprato senza sapere bene: venivo da Bergamo, non conoscevo la Brianza e qui sorgeva dalla metà dell’Ottocento un’osteria. Pomiroeu mi ha indirizzato la vita“.


Print Friendly, PDF & Email
Condividi su:
Questo articolo ha una valutazione media di: Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
    Autore articolo:
    Redazione

    Altri articoli:

    Puoi usare i filtri dei menu a tendina per selezionare gli autori o le categorie o fare una ricerca libera.

    All Angela PetroccioneDavide Di VietroFabio RussoRedazione 7 HorecanewsninmorfeoRedazioneRedazione 2Redazione 3Redazione 4Redazione 5Rosaria CastaldoSimona RiccioValentina Masotti
    🔍