Taste The Stars: S.Pellegrino celebra il talento dei giovani chef

Top Employers 2022: ecco alcune delle migliori aziende dove lavorare

Beer&Food Attraction, BBTech e IHM annunciano le nuove date 2022

Luigi Recchiuti di Opperbacco è il “Birraio dell’Anno 2021”

Il cioccolato fa davvero bene alla salute?

L’American Heart Association, in occasione della festività di San Valentino, ha passato al setaccio il cioccolato con una ricerca che ne ha tracciato vizi e virtù: la domanda di base è: il cioccolato fa bene o male? Una barretta di cioccolato fondente, contenente dal 70 all’85% di cacao, contiene circa 600 calorie e 24 grammi […]

Cioccolato e Praline Indagini e Ricerche Redazione - 19 Febbraio 2019

L’American Heart Association, in occasione della festività di San Valentino, ha passato al setaccio il cioccolato con una ricerca che ne ha tracciato vizi e virtù: la domanda di base è: il cioccolato fa bene o male?

Una barretta di cioccolato fondente, contenente dal 70 all’85% di cacao, contiene circa 600 calorie e 24 grammi di zucchero, secondo il database dei nutrienti del Dipartimento dell’Agricoltura Usa.
Il cioccolato al latte contiene all’incirca lo stesso numero di calorie, ma due volte la quantità di zucchero.
La quantità di fave di cacao nel cioccolato fondente è un indicatore della quantità di flavonoidi alimentari, antiossidanti presenti in frutta, verdura e alcune bevande. I flavonoidi (o bioflavonoidi) sono composti chimici naturali, diffusi nelle piante superiori e particolarmente conosciuti ed apprezzati per le loro proprietà salutistiche.
Potenti antiossidanti, sono utili per garantire l’ottimale funzionamento di fegato, sistema immunitario e capillari; contribuiscono inoltre alla prevenzione di numerose patologie, come quelle cardiovascolari, infiammatorie e persino alcune forme tumorali.
Secondo alcuni studi, consumare più flavonoidi è legato a un minor rischio di malattia coronarica. La maggior parte del cioccolato fondente è ricca di flavonoidi, in particolare un sottotipo chiamato flavanoli.
Alcune ricerche suggeriscono che il consumo di cioccolata o cacao è associato a un minor rischio di insulino-resistenza e ipertensione negli adulti, ma il problema è la quantità di flavonoidi.
Nel regno vegetale proteggono la pianta dagli effetti dannosi delle radiazioni solari, dalle aggressioni di patogeni ed intervengono attivamente nel suo metabolismo mentre gli effetti reali sulla salute sono piuttosto deboli.

Consumare cioccolato quindi si può, in modo moderato e non partendo dal presupposto che ci troviamo di fronte ad un alimento salutare; si può mangiare, in dosi moderate suggeriscono gli esperti, come parte di una dieta equilibrata senza pensare che possa farci bene ma focalizzandoci sul fatto che è di nostro gradimento.


Print Friendly, PDF & Email
Condividi su:
Questo articolo ha una valutazione media di: 0/5 (1)

Lascia una valutazione

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
    Autore articolo:
    Redazione

    Altri articoli:

    Puoi usare i filtri dei menu a tendina per selezionare gli autori o le categorie o fare una ricerca libera.

    All Angela PetroccioneDavide Di VietroFabio RussoRedazione 7 HorecanewsninmorfeoRedazioneRedazione 2Redazione 3Redazione 4Redazione 5Rosaria CastaldoSimona RiccioValentina Masotti
    🔍