A Viareggio la seconda tappa del Sina Chefs’ Cup Contest

Ricola celebra con Slow Food la Giornata Mondiale delle Api

A Tuttopizza il nuovo servizio di Casolaro Hotellerie per piatti personalizzati

Per la Giornata Mondiale della Biodiversità, Mulino Bianco lancia “Rigoli Special Edition”

La cantina Terra Argillosa brinda alla riapertura con il nuovo spumante Scapolé

Terra Argillosa riapre le porte della sua cantina ai visitatori e per festeggiare questo presenta il nuovo spumante brut di Pecorino “Scapolè”.

Prodotti Vino & Spumante Redazione - 6 Luglio 2020

La cantina Terra Argillosa brinda alla riapertura con il nuovo spumante Scapolé

Da oggi lunedì 6 luglio la cantina biologica Terra Argillosa di Offida (Ascoli Piceno) torna ad accogliere gli enoturisti per visite in vigna e degustazioni dopo il lockdown forzato. L’intera cantina e gli spazi destinati all’ospitalità sono stati sanificati per permettere a chi desidera scoprire come nascono i vini biologici di concedersi una pausa in mezzo alla natura, assaggiando le tipicità di questo angolo delle Marche vocato all’alta qualità.

Per brindare alla riapertura la cantina è pronta a stappare la prima bollicina della sua storia, frutto di sperimentazioni e studi condotti negli ultimi anni: lo spumante brut di Pecorino “Scapolè”.
Spumante di qualità prodotto con metodo Martinotti, il nuovo vino è un inno alla freschezza e alla gioia dello stare insieme ed esprime la fragranza e la ricchezza fruttata di una delle uve simbolo del Piceno. Prodotto con i grappoli della vendemmia 2019 e affinato durante il periodo del lockdown, la sua presentazione arriva in un momento in cui la voglia di ritrovarsi è più forte che mai.

“Abbiamo deciso di legare i nostri vini alle tradizioni e agli insegnamenti dei nostri nonni” racconta Sara Tirabassi, alla guida di Terra Argillosa insieme al marito Raffaele Paolini. “Per questo abbiamo chiamato il nostro primo spumante, che ricorda il momento della condivisione dei giorni importanti, del legame con la famiglia e gli amici, con il soprannome di mio nonno Luigi, che era amore per la condivisione”.

“Stappare la prima bottiglia in questi giorni ha un sapore speciale per noi, così come poterlo bere con chi verrà a trovarci” spiega Raffaele Paolini. “L’accoglienza in vigna e in cantina è fondamentale nel nostro modo di fare agricoltura, intesa come il prendersi cura della terra e della relazione tra essa e le persone che ci vivono. Per questo non vediamo l’ora di riaprire le porte, ma abbiamo aspettato di poterlo fare in piena sicurezza”.

Per assaggiare il nuovo spumante brut di Pecorino “Scapolè”, visitare la vigna e degustare gli altri vini biologici della cantina è già possibile prenotarsi telefonando allo 0736099976 o scrivendo una mail a [email protected]

 

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.


    Print Friendly, PDF & Email
    Condividi su:
    Questo articolo ha una valutazione media di: Ancora nessun voto.

    Lascia una valutazione

      Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
      Autore articolo:
      Redazione

      Altri articoli:

      Puoi usare i filtri dei menu a tendina per selezionare gli autori o le categorie o fare una ricerca libera.

      All Angela PetroccioneDavide Di VietroFabio RussoRedazione 7 HorecanewsninmorfeoRedazioneRedazione 2Redazione 3Redazione 4Redazione 5Rosaria CastaldoSimona RiccioValentina Masotti
      🔍