HorecaTv a Sigep 2023. Intervista con Roberto Brazzale di Brazzale SpA

Debutta a Taste 2023 Salsamenteria GiòeGiuà, sapori tramandati e ritrovati

WOW Burger di Autogrill tra i vincitori dei Europe Menu Innovation Award 2022

Hospitality 2023: la nuova era dell’ospitalità è outdoor

Notizie FLASH
Guarda tutte le ultime Notizie FLASH

NOTIZIE FLASH



La Mortadella Bologna IGP cresce sul mercato interno e il Consorzio aderisce a iniziative solidali

Continua la crescita della Mortadella Bologna IGP sul mercato interno, mentre il Consorzio aderisce al progetto Bån Nadèl per la raccolta fondi a favore di “Cucine Popolari”

Redazione 5 - Pubblicato il 7 Dicembre 2022 alle ore 11:54

Continua la crescita della Mortadella Bologna IGP sul mercato interno che, con oltre 28 milioni di kg nei primi nove mesi dell’anno (dati forniti dall’organismo di controllo IFCQ certificazioni) registra un aumento della produzione dell’1,9%, un incremento delle vendite del 4,4% e una crescita dell’affettato del 10,3%.

Siamo estremamente contenti di questa performance della Regina Rosa dei Salumi che si conferma come il secondo salume tutelato più venduto in Italia con un consumo trasversale dai bambini agli adulti, nonni compresi. Il motivo di tale successo è dovuto ad un insieme di fattori riconducibili innanzitutto al fatto che la Mortadella Bologna, in quanto salume tutelato IGP, soddisfa in pieno la crescente richiesta da parte dei consumatori di prodotti agroalimentari di alta qualità, certificati e garantiti – dichiara il Presidente del Consorzio italiano tutela Mortadella Bologna, Guido Veroni che prosegue – in seconda battuta, il consumo della Mortadella Bologna è da sempre associato a momenti di convivialità da godersi insieme agli affetti più cari e in un momento storico caratterizzato da un quadro internazionale incerto, la mortadella garantisce la certezza del valore di un vero e proprio comfort food”.

Questa comunicazione è un’iniziativa che rientra nel programma “DELI M.E.A.T. Delicious Moments European Authentic Taste”, il progetto promozionale e informativo che unisce tre consorzi agroalimentari per la tutela dei salumi DOP e IGP, cofinanziato dall’Unione Europea e rivolto al mercato italiano e francese. La campagna prevede la promozione delle seguenti eccellenze alimentari: Mortadella Bologna IGP, Salamini Italiani alla Cacciatora DOP, Zampone Modena IGP e Cotechino Modena IGP con l’obiettivo di contribuire ad aumentarne il livello di conoscenza e riconoscimento e la competitività e il consumo consapevole in Italia e in Francia.

Il Consorzio italiano tutela Mortadella Bologna aderisce al progetto Bån Nadèl per la raccolta fondi a favore di “Cucine Popolari”

Una nuova originale edizione, la terza, per “Ban Nadèl” l’iniziativa dedicata alla raccolta di fondi per progetti di solidarietà attraverso la musica, l’ironia e lo “slang” bolognese. Questa volta con un CD di canzoni inedite dedicate al Natale e una estrazione di premi (oltre 70 quelli in palio), il cui ricavato sarà interamente a favore delle Cucine Popolari, nella cornice di un divertentissimo spettacolo in Piazza Lucio Dalla Giovedì 15 Dicembre alle ore 18,30.

Vito, Duilio Pizzocchi, Gianni Fantoni, il Duo Idea, Danilo Masotti, affiancati da una madrina d’eccezione, la chef Ambassador Marisa Maffeo, con la conduzione di Franz Campi e Mauro Malaguti, animeranno la scoppiettante estrazione finale grazie ad una gara di solidarietà che vede in prima fila il Consorzio italiano tutela Mortadella Bologna, Tossani infortunistica, Emilbanca, I Brunelleschi Parrucchieri e tante aziende, imprenditori e ristoratori che hanno voluto augurare ai bolognesi, anche a quelli meno fortunati, un felice Natale.

Roberto Morgantini, delle Cucine Popolari, spiega che “In questo momento così difficile siamo arrivati a servire 600 pasti al giorno a persone che non possono permetterseli. A causa della complicata congiuntura economica sono anche diminuite le donazioni e abbiamo bisogno di acquistare carne, tonno e altri alimenti piuttosto cari. L’iniziativa di “Ban Nadel” l’accogliamo con un grande sorriso perché può darci una mano a sostenere queste spese. Ci auguriamo che i cittadini di Bologna comprendano la situazione e partecipino generosamente. E poi ci sarà la festa del 15 dicembre in cui divertirci con i tanti comici presenti e scambiarci gli auguri di Natale mangiando panini alla Mortadella e bevendo vin brulè in un clima di partecipata solidarietà. Desidero ringraziare il Consorzio Mortadella Bologna IGP, Infortunistica Tossani, EmilBanca, IBrunelleschi parrucchieri e le tante aziende e ristoranti del territorio che hanno offerto i numerosi premi in palio per aver reso possibile questa bellissima iniziativa. Per chi non riuscirà ad acquistare i biglietti ricordo che c’è sempre il nostro conto corrente a cui poter fare riferimento per eventuali contributi: IBAN: IT68A0707202408000000182464 Intestato a: CIVIBO ODV

Per dare sostegno alla raccolta fondi, le Cucine Popolari hanno organizzato in concomitanza dello spettacolo una distribuzione al pubblico di panini alla Mortadella Bologna IGP e vin brulè. A dare man forte ai tanti volontari ci sarà un altro Ambassador del Consorzio, lo chef Daniele Reponi, che per l’occasione firmerà alcuni panini serviti durante la serata.

Come Consorzio italiano tutela Mortadella Bologna non potevamo che aderire con grande entusiasmo all’appello che Franz Campi ci ha rivolto a favore di “Ban Nadèl – il Natale Solidale a Bologna – e per diversi motivi. Il primo risiede nel legame profondo con la città felsinea che ci portiamo inscritto nel nome stesso del prodotto. Il secondo è costituito da un patrimonio di tradizioni e storia che arriva a identificare la Regina Rosa dei salumi con la città di Bologna, come testimonia il Bando del Cardinal Farnese del 24 ottobre del 1661 che, per la prima volta, codificava le regole per la corretta produzione del salume all’interno delle cinta murarie, una copia del quale è visibile all’interno dell’ala museale dedicata alla Mortadella Bologna inaugurata nel 2019 all’interno del Museo della Storia della città a Palazzo Pepoli – commenta Gianluigi Ligasacchi, direttore del Consorzio che prosegue – Infine, il Consorzio da diversi anni si pone come obiettivo quello di favorire, ove possibile, la sostenibilità economica e sociale sul territorio e, dopo le passate e proficue adesioni alle iniziative di Cucine Popolari, torniamo con piacere a collaborare con la Onlus fondata da Roberto Morgantini che ogni giorno offre un pasto caldo a chi ne ha più bisogno e che ci permette di declinare il nostro claim di comunicazione “Godersi la vita, dal 1661” consentendo a Natale di realizzare questa filosofia di vita anche a chi è meno fortunato di noi ma ha bisogno di tutto il sostegno e la solidarietà di una comunità viva e partecipe”.

Il nuovo CD musicale, contenente brani natalizi inediti realizzati negli studi della SanLucaSound e arrangiati da Renato Droghetti, vede coinvolti i seguenti artisti: Strano, Manuel Auteri, Giorgio Bassi, Ary Music, Massimiliano Lepera, Angela Sette,  Gabriele Orsi, Roberto Reina, Francesco Maria Gallo, Solo Tanza, Maurizio Martini, Martina Maccolini, Aldo di Gennaro, Emanuele Fanti, Manu Ley, Tony Cerrone, Federico Aicardi, Elisabetta Mattia, Nicola Albertini.

Nel cd sarà presente anche la canzone Bån Nadèl che ha raccolto tanti apprezzamenti e decine di migliaia di visualizzazioni e una versione corale del celebre brano dei Pooh “Non serve che sia Natale”.

Si affianca all’iniziativa anche il MEI – Meeting delle Etichette Indipendenti che ha festeggiato quest’anno i suoi 25 anni di storia a fianco della realtà italiane totalmente indipendenti. Ed è dalla voce di Giordano Sangiorgi che arriva la conferma: “Il MEI aderisce e sostiene con piacere a tale importante e significativo progetto di solidarietà in una fase difficile come questa in cui vi è grande bisogno di abbinare arte, cultura e musica con la solidarietà e l’abbraccio tra le persone di una comunità. Ancora più convintamente se, oltre ai tanti noti personaggi del territorio bolognese, a dare man forte al progetto musicale c’è una realtà musicale indipendente come quella di SanLuca Sound da sempre iscritta ad AudioCoop, l’associazione dei 250 piccoli produttori indipendenti italiani del circuito del MEI che ogni giorno lavorano alla nuova musica. Che il tutto poi venga donato alle Cucine Popolari, grande e mirabile esempio civico  di vicinanza ai più fragili e deboli che meriterebbe di essere presente in ogni città, rende ancora di maggior valore tutta l’iniziativa”.

Infine, i diritti della canzone “Buon Natale Umanità” di Francesco Maria Gallo, uno dei brani della track list del CD Ban Nadèl, saranno totalmente devoluti a favore della Fondazione l’Albero della Vita e della Fondazione REB a sostegno dei progetti umanitari e sociali delle due fondazioni per dare un aiuto a tutti quei bambini che vivono una povertà estrema e ai bambini affetti da epidermolisi bollosa. Saranno inoltre acquistati 100 copie del cd Ban Nadèl che verranno inseriti tra le ricompense della raccolta fondi attivata su Eppela https://www.eppela.com/projects/9160.

Tanti i locali dove, per 5 euro, che verranno interamente devoluti a Cucine popolari, si potranno acquistare i biglietti per l’estrazione e i CD. Innanzitutto, nelle 4 sedi delle Cucine popolari: Cucina popolare Battiferro (Via del Battiferro 2), Cucina popolare San Donato (ex Italicus), presso Opera Padre Marella, Via del Lavoro 13; Cucina popolare Saffi (Via Berti 2/8); Cucina popolare Savena (presso Villa Paradiso, Via Emilia Levante 138). Inoltre, presso numerosi altri esercizi indicati nell’elenco sulla pagina https://www.facebook.com/BanNadel

Si ringraziano sentitamente le aziende che hanno contribuito  alla costruzione del monte premi I portici Hotel e Botteghe I portici, Canè parrucchieri, FluArt , Polpette e crescentine , Adesso Pasta, Trattoria La Montanara, Enoteca Dionisio, il fotografo Daniele Guidetti, Nicola Albertini, gelateria Lecco Lecco, Hotel Touring, Ottica FG, Oreficeria PEC, Corniciart, Agenzia Agricola Tonelli, Sanitaria Levante, Farmacia Legnani, calzature Gipsy, The Social Hub, Doria 1905, Forno Brisa.

Per Franz Campi, uno degli organizzatori di Ban Nadel:  “E’ sorprendente come la città si riesca di nuovo a raccogliere intorno a questo progetto nato da un gruppo di amici per esprimere con ironia la bellezza delle nostre tradizioni e della nostra lingua. E ogni volta riuscire ad aiutare qualcuno. Quest’anno le Cucine popolari, che riescono a mettere a tavola 600 persone al giorno che non hanno da mangiare nella ricca Bologna. Non dovrebbe essercene bisogno, ma invece occorre farlo. E noi, insieme a una ventina di aziende e ristoratori che si sono affiancati al progetto, siamo con loro. E lo faremo ridendo insieme ai comici del territorio con l’estrazione finale ricca di premi per chi vorrà contribuire acquistando un biglietto”.

Elenco dei locali che vendono bigliettiElenco premi in palio

Le precedenti edizioni di “Ban Nadèl”
Nel 2016 sono stati raccolti 8.500 euro destinandoli a due famiglie con bambini affetti da autismo per sostenere spese mediche e di sostegno psicoterapeutico per i loro figli in collaborazione con l’associazione “Bologna nell’anima, Amici di Sergio”.
Nel 2018 e 2019 sono stati devoluti circa 6.000 euro ad “AIL Bologna”.
Nel 2020, nonostante la pandemia, “Ban Nadèl” si è affiancata alla Fondazione “Dopo di noi” supportando attraverso i nostri Social la loro campagna di raccolta fondi.
Quest’anno l’obiettivo è quello di aiutare una fantastica realtà bolognese: le Cucine popolari, per rispondere, in questi tempi difficili, ad un bisogno di socialità e dignità, per combattere la solitudine e la tristezza oltre che la fame.
Bån Nadèl è una libera ed indipendente iniziativa nata nel 2016 da Franz Campi (cantautore e organizzatore di eventi), Mauro Malaguti (conduttore radiofonico di Radio Sanluchino), Manuel Auteri (cantautore e discografico della SanLucaSound), Angela Sette (cantante) e Gabriele Orsi (musicista), sfociata nella realizzazione di un DVD, contenete la canzone “Bån Nadèl” e gli interventi video di oltre 60 partecipanti al progetto tra comici, attori, cantanti, musicisti, sportivi e giornalisti. Per citarne alcuni: Vito, Cevoli, Mingardi, Giacobazzi, Duilio Pizzocchi, Beppe Signori, Paolo Mengoli, Fausto Carpani, Giovanni Cacioppo, Danilo Masotti, Maurizio Ferrini, Iskra Menarini, Luca Carboni, diversi campioni di calcio e le principali formazioni di basket di Bologna (Fortitudo e Virtus).
Collaborano all’organizzazione e promozione dell’iniziativa Alessandra Lepri, Laura Gangemi, Silvia Parma, Giulia Cuppini, Livia Laurentino e Davide Belviso.
Il Consorzio italiano tutela Mortadella Bologna si è costituito nel 2001, a seguito del riconoscimento dell’IGP alla Mortadella Bologna – avvenuto nel 1998 – e al conseguente avvio della certificazione da parte dei produttori. Il Consorzio, che ha come scopo la tutela e la valorizzazione della Mortadella Bologna IGP, in collaborazione con il Ministero per le politiche agricole, alimentari e forestali promuove la Mortadella Bologna IGP e svolge attività di difesa del marchio e della Denominazione dalle imitazioni e dalle contraffazioni.
Il Consorzio garantisce un’alta qualità di base che ogni produttore migliora secondo la propria esperienza e professionalità. Un’attività costante che ha come unico obiettivo, che è anche la finalità di tutte le aziende, con i loro marchi, di garantire ai consumatori un prodotto dalle caratteristiche uniche per qualità e gusto, un prodotto ad alto valore nutrizionale, con una composizione di proteine nobili, minerali e grassi insaturi perfettamente in linea con le tendenze della moderna scienza nutrizionale.


Print Friendly, PDF & Email
Condividi su:
Questo articolo ha una valutazione media di: Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.

    Autore articolo:
    Redazione 5

    Altri articoli:

    Puoi usare i filtri dei menu a tendina per selezionare gli autori o le categorie o fare una ricerca libera.

    All Angela PetroccioneDavide Di VietroFabio RussoRedazione 7 HorecanewsninmorfeoRedazioneRedazione 2Redazione 3Redazione 4Redazione 5Rosaria CastaldoSimona RiccioValentina Masotti
    🔍