Dolomia è la prima acqua minerale col marchio IoSonoFvg

Conferme importanti e new entry per l’edizione 2022 di Beer&Food Attraction

Annunciate le vincitrici del concorso nazionale “Extra Cuoca – Il talento delle donne per l’olio extra vergine di oliva”

Federico Casucci vince Do It Dry! con il ready to drink Kolino

L’Asolo Prosecco Docg Sui lieviti di Montelvini ora è anche “Superiore”

Il Brutto, l’Asolo Prosecco DOCG Sui lieviti di Montelvini, vino che richiama la tradizione contadina trevigiana, si fregia ora della menzione Superiore

Prodotti Vino & Spumante Redazione - 11 Giugno 2020

L’Asolo Prosecco Docg Sui lieviti di Montelvini ora è anche "Superiore"

Sicuro di sé, originale, autentico e, ora, anche “Superiore”: si fregia di questa menzione la nuova versione de “Il Brutto”, l’Asolo Prosecco Superiore DOCG Sui lieviti – fermentato in bottiglia secondo la tradizione tipica delle colline trevigiane – che Montelvini sta per lanciare sul mercato.

Si tratta di un upgrade in piena regola per questo vino, introdotto lo scorso anno nella collezione Serenitatis Asolo, punta di diamante della cantina veneta, nata per celebrare il lato più esclusivo e raffinato delle bollicine prodotte dall’azienda vinicola di Venegazzù (TV).

Una produzione limitatissima che ammonta a 7200 bottiglie per l’Asolo Prosecco Superiore DOCG Sui Lieviti. Un vino che rappresenta un netto richiamo alla tradizione e alla cultura contadina trevigiana e, in particolare, di Asolo, il borgo che rappresenta il cuore dell’omonima DOCG, ambasciatore di arte e cultura e punto di riferimento fondamentale nella storia di Montelvini.

L’appellativo “Il Brutto” si deve al fatto che si tratta di un vino naturale, non filtrato, che mantiene le caratteristiche originarie, con un uso molto limitato di solfiti e pochissimi zuccheri (2 g / lt). Grazie all’azione protettiva del lievito e delle bollicine delle fermentazioni, inoltre, non richiede l’uso di conservanti. Dopo la prima fermentazione, il vino base viene lasciato riposare per almeno sei mesi in tini di acciaio, per poi essere imbottigliato per la presa di spuma. Solo dopo almeno 90 giorni può essere messo in commercio, senza sboccatura, ovvero la separazione dei lieviti residui. Di qui l’aspetto velato e il gusto asciutto che lo caratterizzano.

“Il Brutto Asolo Prosecco Superiore DOCG Sui lieviti” si può bere scaraffato, come da tradizione, per separare il fondo, oppure versato dalla bottiglia per gustarlo velato, sapido e corposo.
Nato prima del Prosecco che siamo abituati a bere oggi, in un periodo in cui non esistevano ancora le autoclavi, nella sua produzione non esiste omologazione: ogni bottiglia e ogni bicchiere hanno un’anima propria e raccontano questa evoluzione.

Per celebrare degnamente la nuova annata del Brutto, che ha ottenuto la menzione di “Superiore”, Montelvini ha lanciato un progetto digital insieme a Bitossi Home, marchio toscano specializzato in design della tavola. Amore per il bello, per la tradizione e per il territorio sono le caratteristiche comuni alle due aziende, leader nei rispettivi campi, che, proprio alla luce di queste affinità, hanno deciso di lanciare la campagna social “La Bellezza della Tavola con Montelvini e Bitossi”, per valorizzare il bello del “Brutto” e l’eccellenza del “made in Italy”.
Si tratta di un progetto che vivrà sui social dell’azienda e che vedrà celebrare la bellezza a tavola attraverso alcuni scatti in cui i prodotti firmati Bitossi e il il table set si contrapporranno al nome del nuovo prodotto lanciato sul mercato da Montelvini, “Il Brutto”. Il risultato sarà una collezione di foto e storie con l’obiettivo di esaltare i momenti unici e indimenticabili di convivialità che si vivono proprio intorno alla tavola.

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.


    Print Friendly, PDF & Email
    Condividi su:
    Questo articolo ha una valutazione media di: Ancora nessun voto.

    Lascia una valutazione

      Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
      Autore articolo:
      Redazione

      Altri articoli:

      Puoi usare i filtri dei menu a tendina per selezionare gli autori o le categorie o fare una ricerca libera.

      All Angela PetroccioneDavide Di VietroFabio RussoRedazione 7 HorecanewsninmorfeoRedazioneRedazione 2Redazione 3Redazione 4Redazione 5Rosaria CastaldoSimona RiccioValentina Masotti
       
      🔍