Giornata Internazionale Caffè. Porte aperte da Costadoro per diffondere la cultura del caffè

Il caviale sostenibile Made in Italy Calvisius a La Vendemmia di Montenapoleone District

Trieste Coffee Experts: il 28 ottobre l’anteprima della sesta edizione dell’evento curato da Bazzara

SorrentoGnocchiDay: arriva la seconda edizione

Notizie FLASH
Guarda tutte le ultime Notizie FLASH

NOTIZIE FLASH



Le pasticcerie milanesi Baunilla dicono addio ai contanti: da questo mese solo pagamenti cashless

Tutti i locali milanesi dell'insegna di pasticceria Baunilla a partire da questo settembre non accetteranno più pagamenti in contanti. Una scelta al passo con il tempo che si allinea ad una tendenza già molto diffusa in Nord Europa anche per le attività food

Attualità Pasticceria Redazione - 7 Settembre 2022

L’insegna di pasticceria Baunilla, presente a Milano dal 2017, si dimostra ancora una volta aperta al cambiamento: da questo mese ha deciso di diventare 100% cashless abolendo l’utilizzo dei contanti. Si tratta di una scelta decisamente innovativa per l’Italia e che porta il gruppo Baunilla ad essere pioniere nell’attivare un processo virtuoso, nel nostro Paese, che invece è già forte nelle realtà imprenditoriali nordeuropee.
Ogni transazione quindi, dalla colazione con cappuccino e croissant, alla pausa caffè e ancora all’acquisto di torte, monoporzioni e mignon, potrà essere effettuata con l’utilizzo esclusivo di carte di credito, bancomat o app di pagamento come Satispay.


“Milano è una città che ha ben accolto il cambiamento e le evoluzioni nei pagamenti digitali; sia le attività che gli imprenditori stessi della ristorazione non possono restarne indifferenti” afferma Vittorio Borgia, founder e CEO di Baunilla e Bioesserì, “L’abolizione dei pagamenti in contante nelle nostre pasticcerie è un primo passo verso la completa digitalizzazione del brand e siamo fieri di essere il primo gruppo, nell’ambito della ristorazione, ad aver fatto questa scelta. La stessa ci permetterà di garantire sempre maggiore efficienza, sicurezza, trasparenza e velocità ai nostri clienti già abituati a utilizzare sistemi e piattaforme che non prevedono l’utilizzo fisico di moneta. È questo l’approccio che vogliamo tenere per l’espansione del brand, in Italia e poi all’estero, da qui ai prossimi 3 anni”.

Vittorio Borgia – Simona BrunoPh


Non solo monoporzioni, croissant e pause golose in un posto speciale, elegante e fresco che Vittorio Borgia ha studiato con attenzione nello scegliere personalmente tutte le location ma anche tempi di attesa inferiori, maggiore trasparenza e sicurezza, efficienza e fluidità.


Print Friendly, PDF & Email
Condividi su:
Questo articolo ha una valutazione media di: Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
    Autore articolo:
    Redazione

    Altri articoli:

    Puoi usare i filtri dei menu a tendina per selezionare gli autori o le categorie o fare una ricerca libera.

    All Angela PetroccioneDavide Di VietroFabio RussoRedazione 7 HorecanewsninmorfeoRedazioneRedazione 2Redazione 3Redazione 4Redazione 5Rosaria CastaldoSimona RiccioValentina Masotti
    🔍