A Viareggio la seconda tappa del Sina Chefs’ Cup Contest

Ricola celebra con Slow Food la Giornata Mondiale delle Api

A Tuttopizza il nuovo servizio di Casolaro Hotellerie per piatti personalizzati

Per la Giornata Mondiale della Biodiversità, Mulino Bianco lancia “Rigoli Special Edition”

Le Soste festeggia i suoi 40 anni con una rivisitazione del logo

Le Soste ha il piacere di festeggiare i suoi quarant’anni, fotografandoli in un’immagine: il logo di celebrazione di quest’importante anniversario.

Ristorazione Redazione 5 - 27 Gennaio 2022

      Ascolta la notizia in formato audio

Nata nel 1982 dall’unione di alcuni ristoratori amici, Le Soste si è mossa come una freccia nel tempo, conservando nel quotidiano l’idea originaria da cui è nata: il perseguimento di una cultura enogastronomica di altissimo livello e la convivialità di un’ospitale accoglienza.

L’idea della freccia è ben espressa dal logo, ideato da Emilio Tadini, pittore, scrittore ed ex Presidente dell’Accademia di Brera. Nel suo progetto, egli ha istituito un richiamo al passato, in particolare con i tempi dei trasporti a trazione animale, elaborando un’insegna simile a quella delle antiche stazioni di posta, dove ci si fermava con corrieri, vetture private e diligenze per effettuare il cambio dei cavalli e far salire e scendere i passeggeri. Coloro che tra questi ultimi proseguivano, potevano rifocillarsi nella locanda di posta.

Le Soste includono quindi i luoghi dove il tempo si ferma e gli ospiti trovano pace tra un viaggio nel quotidiano e l’altro. Questa è la ragione per cui il logo è da sempre segno distintivo dell’Associazione, insieme al Volume dedicatole in cui si raccontano le evoluzioni del gusto e i nuovi membri del gruppo. Tra i criteri adottati dall’Associazione per selezionare i suoi ristoranti sono rintracciabili: la passione e la creatività culinaria, l’eleganza e la raffinatezza nella gestione della sala, la classe e la ricercatezza nella sommellerie.

Luoghi del Bel Paese, e non solo, condividono la cultura di un cibo sublime e dell’ospitalità in una magica atmosfera, carica di storia e bellezza. Mondi vicini e lontani si intrecciano nell’elaborazione dei capolavori di gusto e d’estetica degli chef che, con dedizione e passione, scelgono gli ingredienti e creano. Ogni anno la rosa dei soci si è arricchita sempre di nuovi volti, lasciando inalterata l’intuizione geniale di quegli imprenditori del gusto che, nel 1982, in un contesto in cui l’alta cucina cominciava a far capolino in Italia, riuscirono a creare un gruppo per scambiarsi idee e iniziative aventi come fulcro l’enogastronomia italiana d’eccellenza.

Nel totale rispetto del logo storico, il lavoro di restyling sceglie di omaggiare l’eleganza dell’Associazione e di celebrare l’importanza di tale traguardo con l’impiego dell’oro. Le Soste40 è caratterizzato da una grafica dall’impronta contemporanea e tondeggiante, ad evidenziare il carattere di inclusività che determina ogni azione dell’Associazione.

Con l’edizione 2022, Le Soste celebra il suo quarantennale di storia e ringrazia tutti i soci per la fiducia dimostratale in questi decenni.

Mai prima d’ora la scelta tra i migliori ristoranti candidati nell’Associazione era stata tanto varia e ricca; con un livello della qualità media che è andato crescendo di anno in anno. Mai prima d’ora l’energia e la voglia di tornare a vivere i piaceri dell’eccellenza, del gusto e del buon vivere erano stati premiati con l’ingresso di un numero così alto di Soci in un anno.

Le Soste ha il piacere di dare il benvenuto a ben 14 nuovi associati, che si uniscono al gruppo in rappresentanza della migliore ristorazione e cultura enogastronomica italiana. Un numero straordinario che racconta ciò che è stato, ma soprattutto rilancia e apre a una nuova stagione in cui lo stile italiano, l’artigianalità e la maestria del dettaglio rappresentano un punto di riferimento per i piaceri della tavola e del gusto in tutto il mondo.

Felice coincidenza, Associazione Le Soste raggiunge e supera così un traguardo importante: 102 sono i volti degli alti rappresentanti della Cucina Italiana d’autore che troveranno posto tra le pagine del Volume Le Soste. Un’edizione speciale, dedicata ai 40 anni, è in uscita nel 2022, e sarà presentata con un evento ad hoc alla stampa a Milano. Molti altri sono gli eventi in programmazione per quest’anno.

Di seguito si presentano i nomi dei ristoranti che entrano a far parte dell’Associazione e che arricchiscono il gruppo di realtà di valore provenienti da tutt’Italia. Quest’anno l’eccellenza si distribuisce omogeneamente da nord a sud, lungo tutto lo stivale: nuove e già note personalità del panorama gastronomico nazionale hanno un posto esclusivo riservato tra le migliori realtà della ristorazione. Creatività e identità diverse e uniche, ma tutte accomunate dall’eccellenza assoluta dell’esperienza proposta.

Lombardia: Il Cantinone – Madesimo (SO), Lido 84 – Gardone Riviera (BS), Ristorante Aprea – Milano- Umberto De Martino – San Paolo d’Argon (BG)

Veneto: 12 Apostoli – Verona

Emilia-Romagna: Piastrino – Pennabilli (RN)

Toscana: Enoteca Pinchiorri – Firenze, Il Piccolo Principe – Viareggio (LU)

Piemonte: La Madernassa – Guarene (CN)

Lazio: Aminta Bottega – Genazzano (RM), Pipero – Roma, Le Colline Ciociare – Acuto (FR)

Sicilia: Shalai Resort – Linguarossa (CT), Signum Hotel – Malfa Salina (ME)


Print Friendly, PDF & Email
Condividi su:
Questo articolo ha una valutazione media di: Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
    Autore articolo:
    Redazione 5

    Altri articoli:

    Puoi usare i filtri dei menu a tendina per selezionare gli autori o le categorie o fare una ricerca libera.

    All Angela PetroccioneDavide Di VietroFabio RussoRedazione 7 HorecanewsninmorfeoRedazioneRedazione 2Redazione 3Redazione 4Redazione 5Rosaria CastaldoSimona RiccioValentina Masotti
    🔍