A Viareggio la seconda tappa del Sina Chefs’ Cup Contest

Ricola celebra con Slow Food la Giornata Mondiale delle Api

A Tuttopizza il nuovo servizio di Casolaro Hotellerie per piatti personalizzati

Per la Giornata Mondiale della Biodiversità, Mulino Bianco lancia “Rigoli Special Edition”

L’iceberg è l’insalata in busta preferita dagli italiani

L’iceberg è l’insalata in busta più amata dagli italiani secondo una ricerca di mercato dall’azienda delle verdure Bonduelle su dati Nielsen. L’iceberg, con 12mila tonnellate precede il lattughino verde, con circa 9 mila tonnellate e la rucola, con quasi 8 mila tonnellate. Secondo la ricerca sono i milanesi a consumare più insalata in busta. Mille […]

Indagini e Ricerche Redazione 4 - 5 Novembre 2019

iceberg

L’iceberg è l’insalata in busta più amata dagli italiani secondo una ricerca di mercato dall’azienda delle verdure Bonduelle su dati Nielsen.
L’iceberg, con 12mila tonnellate precede il lattughino verde, con circa 9 mila tonnellate e la rucola, con quasi 8 mila tonnellate.

Secondo la ricerca sono i milanesi a consumare più insalata in busta. Mille le tonnellate di lattughino verde consumate annualmente nel capoluogo lombardo, a fronte delle 260 consumate nella Capitale. L’Iceberg è, invece, l’insalata in busta più amata dai romani con un consumo di 732 tonnellate rispetto alle 654 della città meneghina. Seconda in classifica per i romani si trova invece la rucola con 345 tonnellate. A Torino, terza grande città sul podio del consumo delle insalate in busta l’insalata preferita è il songino, con un consumo di 263 tonnellate.

iceberg
I veri amanti dell’Iceberg, però, sono i napoletani che, con 419 tonnellate, la preferiscono a tutte le altre insalate: rucola (139) e lattughino (72).

Se si considerano le verdure di IV gamma nella loro interezza, ossia tutte quelle presenti nel banco frigo già lavate e confezionate, si vede come l’insalata in genere sia nettamente la preferita degli italiani, rappresentando l’83% dell’intero valore del comparto, con 19 milioni di famiglie che l’hanno acquistata nel 2018, in aumento di quasi mezzo milione di famiglie rispetto al 2017. A seguire spinaci e carote acquistati rispettivamente da 4 milioni e 3,7 milioni di famiglie italiane nell’ultimo anno.
Anche la frequenza d’acquisto continua ad aumentare: oggi le famiglie italiane acquistano l’insalata in busta in media 17 volte all’anno, ossia molto più spesso di una volta al mese.


Print Friendly, PDF & Email
Condividi su:
Questo articolo ha una valutazione media di: 5/5 (1)

Lascia una valutazione

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
    Autore articolo:
    Redazione 4

    Altri articoli:

    Puoi usare i filtri dei menu a tendina per selezionare gli autori o le categorie o fare una ricerca libera.

    All Angela PetroccioneDavide Di VietroFabio RussoRedazione 7 HorecanewsninmorfeoRedazioneRedazione 2Redazione 3Redazione 4Redazione 5Rosaria CastaldoSimona RiccioValentina Masotti
    🔍