Inalpi riceve il riconoscimento Industria Felix

Sibona migliore distilleria per il quinto anno consecutivo all’ISW

Grande successo a Piacenza per l’11° Mercato dei Vini e dei Vignaioli Indipendenti

Acqua Valverde protagonista della Christmas Experience di Montenapoleone District

Notizie FLASH
Guarda tutte le ultime Notizie FLASH

NOTIZIE FLASH



Oleificio Zucchi potenzia il team e rafforza il presidio in horeca e GDO

Oleificio Zucchi, forte dei risultati raggiunti nell’ultimo quinquennio, ma anche consapevole delle nuove sfide del periodo attuale, rafforza il proprio team dirigenziale con figure di grande esperienza

Redazione 5 - Pubblicato il 6 Ottobre 2022 alle ore 10:57
Categoria: Notizie Flash

Oleificio Zucchi, forte dei risultati raggiunti nell’ultimo quinquennio – una crescita superiore al 30% e un fatturato 2021 di oltre 265 milioni di euro -, ma anche consapevole delle nuove sfide del periodo attuale, rafforza il proprio team dirigenziale con figure di grande esperienza, che permetteranno all’azienda di imprimere una forte accelerazione nel percorso di sviluppo intrapreso e migliorare la capacità di rispondere ed anticipare le esigenze di mercato, attraverso una maggiore focalizzazione per aree di business.

Sotto la guida di Giovanni Zucchi, che da gennaio 2022 è tornato a ricoprire il ruolo di Amministratore Delegato raccogliendo il testimone dalla sorella Alessia, hanno recentemente fatto il loro ingresso in azienda tre manager con oltre vent’anni di esperienza nel settore olivicolo e agroalimentare. Roberto Lion, con una grande esperienza manageriale in importanti realtà industriali nel settore Food&Beverage, ed esperto nella gestione di mercati nazionali ed internazionali, sia retail che horeca,  assume il ruolo di Direttore Esecutivo; Francesco Tabano, con comprovata competenza e un profondo know-how del settore maturati in primarie aziende italiane del mercato oleario, assume il ruolo di Direttore della Divisione Consumer; e Stefano Vezzani, porta in Oleificio Zucchi la sua profonda conoscenza nello sviluppo e gestione del mercato nazionale del consumo fuoricasa diventando Direttore Canale Out of Home Italia. Inoltre, Diego Ghisoni, già Direttore Trade, viene nominato Direttore Divisione HPL Olive Oil Bulk, con l’obiettivo di dare un ulteriore sviluppo alla già consolidata e riconosciuta presenza dell’azienda negli oli sfusi destinati alla produzione alimentare, nonché di garantire un forte presidio di alcune fra le più importanti marche private.

La nuova struttura avrà il compito di portare avanti la strategia di sviluppo aziendale che, partendo dal forte patrimonio di qualità e sostenibilità lungo tutta la filiera di cui l’azienda ha fatto da tempo il principale asset strategico, prevede di rafforzare e sviluppare ulteriormente la presenza e il posizionamento di Oleificio Zucchi su tre aree di business: nelle marche private per cui produce già diverse linee MDD per le varietà degli oli da olive e da semi, nel forte sostegno al marchio Zucchi, con un approccio innovativo nella Grande Distribuzione e nel settore Fuori Casa, e infine nello sviluppo della vendita dell’extravergine come ingrediente per l’industria agroalimentare.

Questi nuovi ingressi ci permetteranno di raggiungere obiettivi sempre più sfidanti e risultati strategici all’interno di un percorso condiviso, che ha lo scopo di garantire la solidità aziendale e rafforzare il brand” – dichiara l’AD Giovanni Zucchi. – “L’azienda si focalizza sulla valorizzazione e comunicazione di una nuova cultura dell’olio, saldamente fondata sui principi di sostenibilità ed attenzione a qualità e trasparenza, che da sempre la caratterizzano. Sono più di 210 anni che Oleificio Zucchi mette al centro della sua produzione la qualità intesa come selezione delle materie prime e della lavorazione e con queste nuove assunzioni intendiamo imprimere un nuovo passo alla nostra crescita, portando avanti i valori che ci contraddistinguono a fronte delle numerose sfide che questo periodo storico ci pone davanti.

Infine, a completamento e in sinergia con la nuova organizzazione, Mariella Cerullo, a tutt’oggi Corporate Communication & Public Affairs Director, assume anche, forte di un’esperienza di oltre trent’anni nel mondo del marketing e nel settore olivicolo, il nuovo ruolo di Direttore Marketing, con l’obiettivo di sviluppare il nuovo posizionamento strategico del brand Zucchi.

Oleificio Zucchi nasce nel 1810 come attività artigianale a conduzione familiare, dedicata all’estrazione di olio da semi per uso alimentare. Nel corso degli anni, sotto la guida della famiglia Zucchi, l’azienda diventa una realtà industriale e commerciale di primaria importanza nel settore oleario, sia in Italia che all’estero: una presenza internazionale rafforzata nel 2020 con l’apertura di una filiale operativa negli Stati Uniti.
Con un moderno stabilimento che occupa oggi un’area di 110.000 mq a Cremona, Oleificio Zucchi produce e distribuisce con la Divisione Consumer oli da olive e da semi a marchio proprio – principalmente con il brand Zucchi – e a marchio privato, mentre con la Divisione Bulk è produttore e fornitore di oli sfusi per l’industria alimentare.
L’approccio innovativo e l’alta qualità dei suoi prodotti, accanto all’impegno per la valorizzazione e lo sviluppo del comparto, rendono Oleificio Zucchi un punto di riferimento nel mondo dell’olio e un partner affidabile del trade moderno. Impegnata da sempre per portare sulla tavola le migliori materie prime selezionate e armonizzate dai suoi blendmaster, e fedele ai suoi valori fondanti di trasparenza e responsabilità sociale e ambientale, Oleificio Zucchi ha dato vita al primo disciplinare di Certificazione di Sostenibilità dell’intera filiera dell’olio Extra Vergine da olive (DTP 125), garantita da CSQA. Viene assicurata così per i suoi oli certificati, in Italia e in Europa, una filiera di eccellenza, trasparente e tracciabile in ogni passaggio, fondata sul rispetto per l’ambiente, sul giusto riconoscimento economico del lavoro, sui diritti dei lavoratori. Secondo gli stessi principi, l’azienda ha implementato negli anni diverse misure per limitare l’impatto ambientale della produzione, quali la riduzione della carbon footprint, la realizzazione di un impianto di cogenerazione e di un raccordo ferroviario per la movimentazione delle merci, la riduzione del consumo di acqua.


Print Friendly, PDF & Email
Condividi su:
Questo articolo ha una valutazione media di: Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.

    Autore articolo:
    Redazione 5

    Altri articoli:

    Puoi usare i filtri dei menu a tendina per selezionare gli autori o le categorie o fare una ricerca libera.

    All Angela PetroccioneDavide Di VietroFabio RussoRedazione 7 HorecanewsninmorfeoRedazioneRedazione 2Redazione 3Redazione 4Redazione 5Rosaria CastaldoSimona RiccioValentina Masotti
    🔍