L’ortofrutta sul “blue carpet” del Giffoni Film Festival con Terra Orti

“The Perfect Match”, il tour estivo di Fever-Tree

The Milan Coffee Festival. Torna l’evento internazionale del caffè

A settembre a Napoli gran finale per il Leva Contest

Poke House investe in Honu Tiki Bowls e prosegue la sua ascesa internazionale

Dopo Portogallo, Regno Unito, Olanda e Stati Uniti, Poke House prosegue la sua ascesa internazionale con un’operazione di investimento in Austria

Ristorazione Redazione 5 - 20 Aprile 2022


Continua inesorabile la crescita internazionale di Poke House, che dopo aver messo a segno l’investimento in uno dei brand più iconici della California in apertura d’anno, diventa azionista di maggioranza di Honu Tiki Bowls, leader del poke in Austria.

Un cammino rapido e denso di conquiste quello della foodtech nata a fine 2018 dalle menti dei due giovani imprenditori Matteo Pichi e Vittoria Zanetti, che con più di 90 insegne attive e una pipeline di oltre 80 nuove aperture nel 2022 tra Italia, Spagna, Portogallo, Regno Unito, Francia e USA, punta costantemente ad allargare il proprio business all’insegna di un’offerta di qualità, guidata dalla mission di diffondere in tutto il mondo uno stile di vita sano attraverso le healthy bowl hawaiane di ispirazione californiana.

Potenza del brand e community engagement: i driver dell’investimento

L’operazione austriaca, ormai la quinta all’attivo per il fast casual del poke made in Italy, rientra in un ambizioso programma di crescita su larga scala per rafforzare il posizionamento di Poke House come brand leader globale del poke attraverso una strategia che combina l’espansione diretta nei mercati target e l’investimento in player locali dalla forte brand awareness, capaci di guidare la creazione di una community fedele e partecipe, proprio come la Poke House Squad.

Siamo molto fieri di proseguire il vertiginoso percorso di crescita che ci accompagna senza soluzione di continuità dal 2018 con l’investimento in un marchio amatissimo dai locals e di rilevanza territoriale strategica, che ci permetterà di presidiare una piazza di crescente importanza come quella austriaca” commenta Matteo Pichi, Co-founder e CEO di Poke House.

In linea con le operazioni già realizzate in Portogallo (l’omonimo Pokè House), Regno Unito (Ahi Poké), Olanda (Pokè Perfect) e, ultima in ordine temporale, negli Stati Uniti con il precursore del poke californiano e delle plant-based bowls Sweetfin, l’investimento in Honu Tiki Bowls nasce con l’obiettivo di dar vita a una partnership di successo fondata sulla condivisione di know-how e tecnologia per creare sinergie destinate all’implementazione, nei rispettivi mercati, dei processi di operations e di home-delivery.

Matteo Pichi e Vittoria Zanetti

Siamo felici di accogliere nel nostro Gruppo un brand come Honu Tiki Bowls che ha avuto una crescita pazzesca grazie a un imprenditore straordinario come Kaspar Kunz. Questa operazione rappresenta l’ulteriore tassello di un piano di espansione internazionale che ci vedrà moltiplicare nel corso dell’anno la nostra presenza in ogni angolo delle principali città con più di 170 insegne dirette in Europa e negli Stati Uniti. Un progetto che si sta evolvendo alla velocità della luce ma dove nulla è lasciato al caso: attraverso un team di talenti giovane e affiatato lavoriamo per portare il brand del pesciolino in tutto mondo senza mai trascurare la nostra vera essenza: l’ossessione per un’offerta di qualità superiore” prosegue Pichi.

Innovazione ed experience: la ricetta del successo globale di Poke House

Fedele al format che ne ha determinato in breve tempo il successo in Italia come nei maggiori mercati dell’out-of-home a livello mondiale, Poke House rimane saldo a un business model ibrido di contaminazione tra retail e digital, dove la componente tecnologica e l’approccio data-driven svolgono un ruolo fondamentale in ottica di fidelizzazione clienti (attraverso un CRM proprietario), di efficientamento del servizio delivery e di analisi dei trend di consumo, funzionale a progettare, attualizzare e personalizzare in tempo reale la propria offerta in tutti i paesi in cui opera e, con un significativo livello di dettaglio, in ogni singolo store.

La componente estetica e di design, che si declina in modo coordinato in tutti i touchpoint del brand, riveste un ruolo altrettanto importante per la riconoscibilità del brand da parte di un seguito sempre più ampio di Poke House lovers: le sfumature pastello, i materiali naturali degli arredi e gli elementi artistici che ricordano la vibrante West Coast ricreano in ogni locale l’atmosfera calda ed accogliente delle città californiane regalando ai clienti delle coloratissime House momenti di spensieratezza e di sognante evasione: una vera ‘experience’ firmata Poke House.

La partnership con Honu Tiki Bowls

Veloce, personalizzabile e moderno sono le principali caratteristiche del brand che, nato nel 2018 a Vienna – dove oggi conta 5 locali -, ha saputo costruirsi un seguito di fan locali grazie a un’offerta sana ed equilibrato, e una forte attenzione alla sostenibilità attraverso la scelta di pesce certificato da pesca sostenibile, carne proveniente da allevamenti controllati e imballaggi rigorosamente biodegradabili.

Kaspar Kuntz

Sono felice di entrare a far parte del gruppo leader nel business delle healthy bowl a livello globale” commenta Kaspar Kunz, Founder & CEO di Honu Tiki Bowls. “Proseguirò con entusiasmo nella gestione di Honu Tiki Bowls in Austria e della sua crescita che sarà alimentata dalla partnership con Poke House: ci supporteremo a vicenda nell’identificare le migliori soluzioni tecnologiche, le migliori sinergie di prodotto, uniti nella mission di nutrire il mondo con positività e benessere“.

Non solo orientamento alla tecnologia. La partnership con Honu Tiki Bowls ci rende particolarmente entusiasti perché ritroviamo nel brand molte similitudini con il nostro concept: il format smart e l’attenzione maniacale alla freschezza delle materie prime, combinate e condite al momento per garantire al cliente gusto e qualità superiore, ci mettono in perfetta connessione con il brand austriaco, aprendo la strada a un futuro di collaborazione e sinergie” aggiunge Vittoria Zanetti, Co-founder e Executive Director di Poke House.

L’operazione è stata gestita dall’avv. Giulia Bergamasco per Poke House, con il supporto dello studio austriaco CERHA HEMPEL.

Poke House – Californian soul, Hawaiian taste
Nato nel novembre 2018 dal sogno di due amici – Matteo Pichi, classe 1986 e Vittoria Zanetti, classe 1991 – di “nutrire il mondo con positività e benessere”, Poke House è il leader globale nella categoria dei ristoranti fast casual di poke, servendo le sue bowl fresche e colorate in più di 120 House in sette paesi (Italia, Regno Unito, Olanda, Spagna, Francia, Portogallo, Romania e negli Stati Uniti attraverso una partnership con Sweetfin), nonché in altri mercati già in piano di espansione. Con un posizionamento che combina perfettamente l’experience in-store e il food delivery, Poke House offre un mix complementare di esperienze digitali e offline ai suoi clienti. Con un fatturato previsto di 100 milioni di euro nel 2022 e un team in crescita di oltre 1.000 persone, l’ipercrescita di Poke House è consentita da ampi margini economici, da un modello facilmente scalabile e da una community attiva di Poke House Lover, la Poke House Squad.


Print Friendly, PDF & Email
Condividi su:
Questo articolo ha una valutazione media di: Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
    Autore articolo:
    Redazione 5

    Altri articoli:

    Puoi usare i filtri dei menu a tendina per selezionare gli autori o le categorie o fare una ricerca libera.

    All Angela PetroccioneDavide Di VietroFabio RussoRedazione 7 HorecanewsninmorfeoRedazioneRedazione 2Redazione 3Redazione 4Redazione 5Rosaria CastaldoSimona RiccioValentina Masotti
    🔍