L’ortofrutta sul “blue carpet” del Giffoni Film Festival con Terra Orti

“The Perfect Match”, il tour estivo di Fever-Tree

The Milan Coffee Festival. Torna l’evento internazionale del caffè

A settembre a Napoli gran finale per il Leva Contest

Ronchi Rò: cucina, ospitalità, vino e rete per il territorio tra le colline del Collio

La tenuta - agriturismo Ronchi Rò, un casolare in pietra completamente ristrutturato, si sviluppa in questo angolo al confine con la Slovenia, a Dolegna del Collio, a un’ora da Trieste e pochi minuti da Cividale del Friuli. La struttura offre un delizioso ristorante fine dining e 5 camere, circondate da 2 ettari di vigneto e tanta, tanta natura.

Ospitalità Redazione 5 - 30 Giugno 2022


Ronchi Rò è una tenuta-agriturismo immersa nel verde, tra le ondulate colline del Collio e i suoi boschi lussureggianti, una terra di confine affascinante e fiabesca, famosa per i suoi straordinari vini che, attraverso i vigneti, dipingono una geografia antica e unica al mondo.

L’agriturismo, un casolare in pietra completamente ristrutturato, si sviluppa in questo angolo al confine con la Slovenia, a Dolegna del Collio, a un’ora da Trieste e pochi minuti da Cividale del Friuli. La struttura offre un delizioso ristorante fine dining e 5 camere, circondate da 2 ettari di vigneto a 150 m slm e tanta, tanta natura.

Ronchi Rò è sia punto di partenza che di arrivo per innumerevoli esplorazioni, attraverso una terra di confine dove mare, colline e montagne si fondono all’interno di un unico sguardo. Tanti luoghi da scoprire ed esperienze da provare, consapevoli del calore e del comfort che Ronchi Rò saprà offrire, per dare accoglienza alle emozioni.

Filosofia, ristorante e cucina: la sorpresa del fine dining

Vogliamo accompagnare gli ospiti attraverso le esperienze che noi e il nostro territorio offriamo, prenderli per mano e far scoprire loro questa terra straordinaria” racconta Fares Issa, il “manager/chef/ingegnere” che da un anno e mezzo porta avanti questo progetto, anzi, i tanti progetti che costituiscono l’universo Ronchi Rò.

Il piccolo ristorante, accogliente e caldo, offre ristoro a circa 12 ospiti nella sala interna con cucina a vista, mentre nella bella stagione l’area esterna può ospitare circa 20 coperti.

La cucina dello Chef siriano Fares Issa è chiara, semplice, pulita, gustosa e sincera, e assolutamente stagionale. Scivola veloce nella tradizione friulana con un guizzo di contemporaneità; gusti netti, ben definiti ma al contempo delicati, un equilibrio indomito di sapori che porta sempre a desiderare un altro boccone senza annoiare mai. Pochi ingredienti, uno stile minimale dove il punto più interessante è la materia prima, poca manipolazione, solo la volontà di accompagnare ed esaltare il prodotto piuttosto che trasformarlo.

Il menu estivo, stagionalità e prodotti del territorio

Gli antipasti spaziano dalla Crema di piselli e menta, caprino e animelle, oppure la Quaglia, polenta e frutta, o la Selezione di salumi e formaggi del territorio con 10 tipologie differenti e una serie di presidi slow food. I primi, sempre con l’obiettivo di esaltare i prodotti del territorio, variano di intensità e carattere, dalla più delicata Pasta e ceci, trota e Aglio di Resia fino alla più intensa Crema di Topinambur, fieno e lumache o alla golosa Ricotta, spinaci e forma di Frant (formaggio tipico locale). Tradizione rielaborata dalla creatività dello chef per i secondi, come i piatti oramai “bandiera” tra cui il Salàm Tal Aset, ricetta tradizionale friulana (salame nell’aceto) e la Tartara di manzo e Radic di Mont (presidio Slow Food). Miele, ricotta, polline di edera e fragole, il Tiramisù e La gubana come crostata (dolce tipico Friulano rivisitato) sono alcuni dei dolci proposti in menu.

N.B. Alcuni piatti possono variare anche di mese in mese

La produzione di vino, il progetto “Il Cerchio Rosso” e i servizi: una grande rete per il territorio.

Per Ronchi Rò l’obiettivo è uno soltanto: valorizzare il territorio. Attraverso un racconto coerente fatto di profumi, sapori, panorami, ma anche di persone, esperienze e vini. Il Collio friulano offre colline tutte da scoprire, ricche di vigneti che producono vini eccezionali, una cucina variegata che strizza l’occhio alla tradizione oltreconfine, un confine soltanto burocratico ma non geografico e culturale. Per questo Fares e il suo staff hanno compreso l’importanza della cooperazione e del networking, convinti che sia fondamentale creare una rete virtuosa, un circuito in grado di valorizzare l’intera area.

Oggi, la vigna che abbraccia l’agriturismo è stata rimessa in produzione e convertita al biologico, per offrire agli ospiti il suo frutto. Ma, nell’ottica di far conoscere il Collio in maniera totalizzante, Ronchi Rò promuove anche un circuito tra le aziende del territorio attraverso il progetto “Il Cerchio Rosso”. L’obiettivo è di portare tutte le etichette del Collio Doc in degustazione a Ronchi Rò e al contempo promuovere e sviluppare una rete virtuosa tra le aziende, di vino e non solo, che faciliti le visite in cantina e il link diretto con i produttori.

Il nostro sogno è creare una rete con tutto ciò che offre il territorio, dare suono e colore al silenzio, trasmettere all’avventore la voce del Collio” racconta Fares Issa. Apicoltura, massaggi, passeggiate a cavallo, degustazioni di vino, foraging, tutte attività proposte in collaborazione con aziende partner selezionate con cura e con cui Ronchi Rò ha stretto un forte legame.

Familiarità, disponibilità, silenzio, qualità delle materie prime, ricercatezza della cucina, coerenza, bellezza del luogo, confort delle camere, networking e sostegno del territorio, sono le componenti di questo magico quadro.

Ronchi Rò è una tenuta-agriturismo nel Collio, immersa nel verde, in una terra di confine affascinante e fiabesca, famosa per i suoi straordinari vini che, attraverso i vigneti, dipingono una geografia antica e unica al mondo.
L’agriturismo, un casolare in pietra completamente ristrutturato, si sviluppa in questo angolo al confine con la Slovenia, a Dolegna del Collio, a un’ora da Trieste e pochi minuti da Cividale del Friuli. La struttura offre un delizioso ristorante e 5 camere, circondate da circa 2 ettari di vigneto a 150 m slm, boschi e tanta, tanta natura.
Le camere, spaziose e piacevoli, sono concepite per regalare momenti di relax agli ospiti. Semplici ma curate in ogni dettaglio, offrono servizi che spesso vanno oltre la gestione di un semplice agriturismo. Dalle finestre rosse, la vigna appare delicata e romantica, un bosco infinito e la Slovenia all’orizzonte.


Print Friendly, PDF & Email
Condividi su:
Questo articolo ha una valutazione media di: Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
    Autore articolo:
    Redazione 5

    Altri articoli:

    Puoi usare i filtri dei menu a tendina per selezionare gli autori o le categorie o fare una ricerca libera.

    All Angela PetroccioneDavide Di VietroFabio RussoRedazione 7 HorecanewsninmorfeoRedazioneRedazione 2Redazione 3Redazione 4Redazione 5Rosaria CastaldoSimona RiccioValentina Masotti
    🔍