Taste The Stars: S.Pellegrino celebra il talento dei giovani chef

Top Employers 2022: ecco alcune delle migliori aziende dove lavorare

Beer&Food Attraction, BBTech e IHM annunciano le nuove date 2022

Luigi Recchiuti di Opperbacco è il “Birraio dell’Anno 2021”

Tenuta Villa Bellini: viticoltura biologica di precisione nel cuore della Valpolicella

Nel cuore della Valpolicella sorge Tenuta Villa Bellini, azienda vitivincola che produce tre etichette con il metodo della viticoltura biologica di precisione

Vino & Spumante Redazione - 9 Dicembre 2021

Tenuta Villa Bellini è un’azienda vitivinicola, situata nel cuore della Valpolicella, che si estende su sei ettari di terreno, quattro dei quali dedicati alla coltivazione della vite. I terreni costituiti da un intreccio di basamenti di rocce calcaree e calcarenitiche eoceniche, ricoperte da un sottile strato di terra, sono votati a una viticoltura biologica di precisione, attuata nel rispetto del brolo, della flora e della fauna.

La viticoltura biologica di precisione prevede degli interventi minimi in vigna effettuati nel rispetto della biodiversità: il principale sistema di nutrimento del terreno è il sovescio, l’irrigazione è esclusivamente di soccorso e i trattamenti e le fertilizzazioni biologici sono eseguiti solo quando strettamente necessari e solo per i vigneti che ne hanno bisogno.

Quattro sono i principali vitigni autoctoni della zona coltivati a Tenuta Villa Bellini secondo questo metodo: Corvina, Corvinone, Rondinella e Molinara. I vitigni coltivati a spalliera verticale e a pergola crescono in filari molto stretti, ad alta densità, che assicurano una maggiore qualità delle uve a discapito di una bassa resa per ettaro e, al tempo stesso, permettono una lavorazione agricola esclusivamente manuale.

La vendemmia è svolta a mano attraverso un’accurata selezione dei grappoli. In cantina giungono solo le uve sane e perfettamente mature, mentre quelle non idonee vengono restituite alla terra. L’appassimento avviene in maniera naturale, con la sola ventilazione del fruttaio, affinché ogni singolo grappolo d’uva riesca a esprimere al meglio il proprio potenziale aromatico. La fermentazione è spontanea e si attua attraverso microvinificazioni con piccole quantità di uva la cui suddivisione è scandita dal tempo di raccolta. Mentre in una bottaia composta da tonneaux da cinquecento litri e da botti da duemila litri di rovere francese dalla tostatura delicata avviene l’affinamento dei vini.

Ogni fase della vinificazione è svolta nella cantina storica della tenuta, sotto la costante supervisione di Erica Preosto, enologa responsabile del coordinamento della vigna e della cantina, e di Enrico Nicolis, l’enologo consulente. Entrambi sono stati allievi del professore Roberto Ferrarini, enologo innovatore che ha contribuito alla rinascita dell’Amarone.

I vini di Tenuta Villa Bellini sono il frutto della tradizione vitivinicola secolare della Valpolicella. Sono vini secchi, privi di residuo zuccherino e concepiti con l’obiettivo di ottenere una buona bevibilità per soddisfare le esigenze di mercato. Tre sono le referenze prodotte, ognuna con un proprio carattere.

Tirele Valpolicella DOC Classico Superiore, un rosso vivace, le cui note speziate sono bilanciate dal sentore di frutti rossi, come lampone e mirtillo rosso, con aromi floreali e balsamici.

Sottolago Valpolicella Ripasso DOC Classico Superiore, un vino rosso dalle note fruttate di ciliegia, ribes nero, mora e spezie dolci con una chiusura secca, che lo rendono ricco ed elegante.

Centenarie Amarone della DOCG Valpolicella, con un delicato richiamo all’appassimento rinvigorito da un’ampia gamma di profumi quali mora, ciliegia, marasca e prugna, tabacco, cacao, pepe e cannella, è un vino rosso risultato di un lungo tempo di produzione.


L’azienda agricola ha sede a Villa Bellini, una storica dimora risalente al Settecento posta sulle colline terrazzate di Castelrotto in Valpolicella, frazione del comune di San Pietro in Cariano (VR). La Tenuta Villa Bellini, circondata da un antico brolo – il giardino comprensivo di orto e frutteto che circonda un’abitazione –, si estende su sei ettari di terreno dove, tra vigne e ulivi, crescono cipressi secolari. Questo paesaggio incontaminato, popolato da una biodiversità unica, è impreziosito da una sorgente nascosta in una grotta e un laghetto che si tuffa nel bosco.


Print Friendly, PDF & Email
Condividi su:
Questo articolo ha una valutazione media di: Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
    Autore articolo:
    Redazione

    Altri articoli:

    Puoi usare i filtri dei menu a tendina per selezionare gli autori o le categorie o fare una ricerca libera.

    All Angela PetroccioneDavide Di VietroFabio RussoRedazione 7 HorecanewsninmorfeoRedazioneRedazione 2Redazione 3Redazione 4Redazione 5Rosaria CastaldoSimona RiccioValentina Masotti
    🔍