A Viareggio la seconda tappa del Sina Chefs’ Cup Contest

Ricola celebra con Slow Food la Giornata Mondiale delle Api

A Tuttopizza il nuovo servizio di Casolaro Hotellerie per piatti personalizzati

Per la Giornata Mondiale della Biodiversità, Mulino Bianco lancia “Rigoli Special Edition”

Terrawine Festival: contaminazioni e territorio per un evento di successo

Si è tenuto lo scorso 11 e 12 maggio presso il Castello di Titignano Terrawine Festival – il Vino, l’Olio, la Terra, l’Umbria – evento dedicato all’agricoltura e al lavoro della terra, che ha accolto agricoltori, vini, oli e prodotti di qualità. Terrawine è un progetto ideato dal CTA Centro Turistico Amerino con la direzione […]

Eventi Vino & Spumante Redazione - 5 Luglio 2019

terrawine

Si è tenuto lo scorso 11 e 12 maggio presso il Castello di Titignano Terrawine Festival – il Vino, l’Olio, la Terra, l’Umbria – evento dedicato all’agricoltura e al lavoro della terra, che ha accolto agricoltori, vini, oli e prodotti di qualità.
Terrawine è un progetto ideato dal CTA Centro Turistico Amerino con la direzione di Salvatore Alfieri e finalizzato alla riscoperta e alla promozione del territorio.

terrawineTre sono i capisaldi su cui si fonda Terrawine Festival: Dinamismo, contaminazioni culturali e trasversalità (non a caso c’è stato spazio anche per mostre di arte e altre attività culturali) unico l’obiettivo, ovvero quello di promuovere e valorizzare la Terra e i suoi frutti migliori.
Seguendo questo intento, Terrawine ha dato vita a due giorni di degustazioni, dibattiti e confronti, incontri informali con i produttori e acquisti diretti per i partecipanti.
Sabato 11 maggio alle ore 16 Vania Valentini, esperta master sommelier e coautrice della Guida Italiana dedicata agli Champagne Grandi Champagne, ha condotto unamasterclass dedicata agli sparkling wines durante la quale il pubblico è stato condotto alla scoperta di territori, uomini, e filosofie diverse, al fine di degustare e conoscere da vicino le prestigiose bollicine francesi e alcune delle migliori bollicine italiane.

 

terrawine
Vania Valentini

Tra i seminari dedicati al vino anche quello curato da Cristiana Lauro, comunicatrice anticonvenzionale e brillante, che ha approfondito il linguaggio del vino, ritenuto da molti sempre più criptico e incomprensibile; il suo incontro (tenutosi domenica 12) si poneva l’obiettivo di comprendere quanto chiaro fosse questo per il consumatore finale.
Sempre nella giornata di domenica Marta Cotarella, direttrice di Intrecci, ha spostato l’attenzione sul mondo della sala, per molto tempo sottovalutato e oggi riscoperto e valorizzato anche grazie al lavoro energico delle sorelle Cotarella che, con la scuola di Sala Intrecci, formano i nuovi professionisti dell’accoglienza.

Terrawine Festival ha dedicato inoltre molto spazio anche al mondo dell’olio. Il settore olivicolo-oleario negli ultimi vent’anni ha subito profondi cambiamenti guardando ad un uso appropriato dell’olio extra vergine di oliva che oggi ha raggiunto standard qualitativi di altissimo livello. Cambiano le etichette, il packaging. Cambia la comunicazione.
A raccontare mutamenti del settore, insieme all’agronomo Andrea Valigi è stata Angela Canale, agronoma ed esperta del settore olivicolo-oleario, con il seminario Olio da olive: Un percorso tecnologico e di comunicazione in continua evoluzione.
Assaggi e degustazioni proposte per avvicinare il pubblico al mondo dell’olio di qualità sono stati realizzati in collaborazione con Assoprol – Organizzazione dei produttori Olivicoli dell’Umbria Società Cooperativa Agricola.

terrawine
Andrea Valigi e Angela Canale

Durante la due giorni sono stati inoltre assegnati vari premi che hanno scandito le due giornate di Festival, consegnati dalla madrina della manifestazione, l’attrice Marta Zoffoli. Il primo, Terra Eccellenza 2019, in chiusura della prima giornata a Chiara Soldati per i 100 anni della sua azienda vitivinicola La Scolca. Premio iconico che ha visto, insieme alla consueta targa anche una riproduzione in miniatura dello sgabello “Brut” dell’architetto Ruggero Giuliani, presente alla manifestazione, che ha voluto così omaggiare l’azienda piemontese con un tappo sim-bolico per le bottiglie del centenario.

Marta Zoffoli

Nella giornata di domenica sono stati consegnati i premi Terrawine:

Premio Terrawine per il vino bianco all’azienda Perticaia e per il suo Trebbiano Spoletino 2018; il Premio Terrawine per il vino rosso è stato invece consegnato all’azienda Castello di Montegiove per Elicius Orvietano 2012. Infine, il Premio Terrawine Terra Olio a Qutun di Gloria Sanna

I tanti consensi ricevuti dal direttore Salvatore Alfieri, hanno portato già a fissare una data per la seconda edizione di TerraWine che si presenterà ai visitatori in una vesta ancora più ricca e rigorosa e che si svolgerà al Palazzo del Capitano del Popolo ad Orvieto il 21 e 22 giugno 2020, anticipato da una Winter Edition prestigiosa “Champagne & Sparkling Wine” a Todi 1 dicembre 2019 e da un Event Preview a Roma (6 febbraio) e a Milano (2 aprile).

terrawine


Print Friendly, PDF & Email
Condividi su:
Questo articolo ha una valutazione media di: 5/5 (4)

Lascia una valutazione

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
    Autore articolo:
    Redazione

    Altri articoli:

    Puoi usare i filtri dei menu a tendina per selezionare gli autori o le categorie o fare una ricerca libera.

    All Angela PetroccioneDavide Di VietroFabio RussoRedazione 7 HorecanewsninmorfeoRedazioneRedazione 2Redazione 3Redazione 4Redazione 5Rosaria CastaldoSimona RiccioValentina Masotti
    🔍