Ecco i vincitori dell’ultima tappa delle gare SCA Italy ospitate da Fiorenzato

Sirha Lyon 2023, torna a gennaio il Salone dedicato al Food Service

Il Movimento Turismo del Vino chiude il 2022 con Cantine Aperte a Natale

Conto alla rovescia per nona edizione di Cinecibo

Notizie FLASH
Guarda tutte le ultime Notizie FLASH

NOTIZIE FLASH



Torna a Piacenza il Mercato dei Vini e dei Vignaioli Indipendenti

Torna a Piacenza, presso gli spazi di Piacenza Expo Fiere, l'undicesima edizione del Mercato dei Vini prodotti dai vitivini-cultori indipendenti.

Redazione 5 - Pubblicato il 22 Novembre 2022 alle ore 11:18
Categoria: Eventi Categoria: Notizie Flash

Attualmente sono 1400 i “vitivini-cultori” associati alla Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti (FIVI), da tutte le regioni d’Italia, per circa 13.000 ettari vitati in produzione, che si propone di promuovere e tutelare la figura, il lavoro, gli interessi e le esigenze tecnico-economiche del Vignaiolo Indipendente italiano, inteso quale soggetto che attua il completo ciclo produttivo del vino, dalla coltivazione delle uve fino all’imbottigliamento ed alla commercializzazione del prodotto finale. Attualmente sono oltre 1400 i produttori associati, da tutte le regioni italiane, per un totale di circa 13.000 ettari di vigneto

26, 27 e 28 novembre 2022 a Piacenza presso i grandi spazi di Piacenza Expo Fiere si ripropone un evento sempre in crescita di pubblico e estremamente attuale. Assaggiare, comperare direttamente dal produttore come se si fosse in cantina. Dopo il successo del 2021 con la presenza di 670 espositori, quest’anno il mercato esplode con la partecipazione di 850 cantine da tutte le regioni italiane, con la previsione di sfiorare i 24.000 ingressi e oltre 2500 carrelli della spesa reale, non virtuali.

Lo stimato vitivini-cultore valdostano Costantino Charrère di Les Crêtes,  primo presidente di FIVI e fautore della prima edizione del mercato a Piacenza insieme a Walter Massa e a Matilde Poggi oggi presidente del Cevi Europa,  riceverà il premio “Leonildo Pieropan”  in occasione dell’Assemblea degli Associati lunedì 28 novembre a Piacenza, precedentemente assegnato a partire dal 2014 nell’ordine a: Lino Maga, Elisabetta Fagiuoli, Luigi Gregoletto, Forlini Cappellini, Giuseppe Fanti, Lorenzo Accomasso, Ampelio Bucci.

Lorenzo Cesconi, presidente FIVI, entusiasta del potenziale successo della undicesima edizione per le enormi prenotazioni anche di ristoratori, distributori e enotecari . “Qualità, originalità, professionalità: e, prima di tutto, amore per il proprio lavoro, amore per le cose fatte bene, eseguite con passione e cura artigiana. Noi nei nostri vigneti e nelle nostre cantine, coi nostri vini; Scarabottolo nel suo studio, con le sue illustrazioni. L’esito è lo stesso: cose belle, fatte bene, che parlano di un’Italia che guarda con gioia al futuro, con i piedi ben saldi nella propria tradizione”.

Piacenza e il suo territorio si stanno preparando per accogliere i grandi produttori di vini, mettendo a disposizione  tre padiglioni dell’ente fiera per i vignaiuoli e una tensostruttura dedicata alla gastronomia con le tipicità artigianali di diversi distretti enogastronomici e in primis quelli dei colli piacentini, dalla coppa dop al prosciutto cotto San Giovanni Capitelli giudicato nel 2021 e nel 2022 il migliore d’Italia, dalla famosa spalla alla Giuseppe Verdi al formaggio stagionato grana duro Bianco d’Italia, dal Cacio e panino del Po al prelibato Batarò da streetfood.  L’edizione FIVI 2022 si protrae a lunedì anche  per accogliere gli operatori professionisti del settore che in zona “lungo Po” non mancano: da Mantova a Alessandria, da Novara a Parma , da Piacenza a Verona.

Aperta la prevendita dei biglietti di ingresso sul sito www.mercatodeivini.it  al costo di 25 euro. Il manifesto tradizionale della mostra mercato porta la firma d’eccezione di Guido Scarabottolo. Diverse le Masterclass di degustazione organizzate: 4 appuntamenti. Al centro dell’attenzione il Trebbiano d’Abruzzo, a cinquant’anni dalla nascita della Denominazione; il Sauvignon di montagna di Peter Dipoli, vignaiolo in Südtirol, tra i padri nobili di FIVI; il Barbaresco “Basarin” della famiglia Adriano, una storia contadina che parte dalla mezzadria e arriva alla valorizzazione di uno dei cru più interessanti di quel territorio. In onore del vignaiolo dell’anno Costantino Charrère degustazione dei vini di Les Crêtes in compagnia di Gabriele Gorelli, primo MW italiano.

PiacenzaExpoFiere

Orario di apertura al pubblico: sabato 26 e domenica 27, dalle 11.00 alle 19.00, lunedì 28 dalle 11.00 alle 17.00

Parcheggio: gratuito

Acquisto biglietti via Vivaticket: https://bit.ly/3C19BQA

Ingresso giornaliero: in fiera € 30 (2 gg € 50); online € 25 (2 gg € 40) comprensivo di bicchiere.

Ingresso ridotto: € 20 per soci Ais, Fis, Fisar, Onav, Aies, Aspi, Assosommelier, Slowfood. (il socio deve mostrare tessera valida dell’anno in corso).

800 carelli giornalieri disponibili.

Per info: [email protected]  I minorenni non pagano l’ingresso e non possono effettuare degustazioni.


Print Friendly, PDF & Email
Condividi su:
Questo articolo ha una valutazione media di: Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.

    Autore articolo:
    Redazione 5

    Altri articoli:

    Puoi usare i filtri dei menu a tendina per selezionare gli autori o le categorie o fare una ricerca libera.

    All Angela PetroccioneDavide Di VietroFabio RussoRedazione 7 HorecanewsninmorfeoRedazioneRedazione 2Redazione 3Redazione 4Redazione 5Rosaria CastaldoSimona RiccioValentina Masotti
    🔍