A Beer&Food Attraction la XVIII edizione di Birra dell’Anno

Biologico: AssoBio torna alla Festa del Bio

Massimo Bottura & Friends cucinano per l’Antoniano: una cena a sostegno dei più fragili

Numeri da record per la diciottesima edizione di Anteprima VitignoItalia

Notizie FLASH
Guarda tutte le ultime Notizie FLASH

NOTIZIE FLASH



Tutela dei formaggi Made in Italy: accordo Assolatte con Giappone

Festeggia Assolatte e con l’associazione anche tutta la produzione lattiero casearia italiana. Esportare in Giappone sarà sempre più conveniente in virtù dell’accordo tra l’Unione europea e il Giappone (l’Economic Partnership Agreement) firmato a Tokyo, che per entrare in vigore dovrà ottenere il via libera dal Parlamento di Strasburgo, senza essere ratificato da tutti i Paesi […]

Redazione - Pubblicato il 24 Luglio 2018 alle ore 6:45

Assolatte - Dazi Giappone Unione Europea

Festeggia Assolatte e con l’associazione anche tutta la produzione lattiero casearia italiana. Esportare in Giappone sarà sempre più conveniente in virtù dell’accordo tra l’Unione europea e il Giappone (l’Economic Partnership Agreement) firmato a Tokyo, che per entrare in vigore dovrà ottenere il via libera dal Parlamento di Strasburgo, senza essere ratificato da tutti i Paesi Europei.
L’accordo si è reso fondamentale per l’Europa e in particolare per il nostro Paese, perché permetterà ai formaggi italiani di essere gradualmente liberati dai dazi di importazione in Giappone.
I dazi applicati dal Paese orientale ai prodotti lattiero caseari oscillano oggi tra il 20,1% e il 35% e rappresentano un handicap competitivo rilevante, anche in considerazione del valore dei prodotti europei, decisamente più elevato rispetto a quello di altri mercati.
All’indomani della storica firma, Assolatte, l’associazione italiana del comparto lattiero caseario, fa esplodere tutta la sua soddisfazione con le parole del presidente Giuseppe Ambrosi: “È una delle intese commerciali più ambiziose negoziate dalla Commissione, che porterà benefici all’agroalimentare italiano e in particolare al comparto lattiero caseario“.
Sul mercato giapponese saranno così tutelati i prodotti italiani che vedranno aumentare notevolmente il loro volume di affari. Secondo i dati Assolatte, con 80mila tons il Giappone è la seconda destinazione per i formaggi europei e la decima destinazione (prima in Asia) per i formaggi italiani: oltre 9mila tons per un valore di 60 milioni di euro.
Le condizioni dell’accordo prevedono il riconoscimento di 18 Indicazioni Geografiche italiane, tra cui quelle di dieci formaggi: Asiago, Fontina, Gorgonzola, Grana Padano, Mozzarella di Bufala Campana, Parmigiano Reggiano, Pecorino Romano, Pecorino Toscano, Provolone Valpadana, Taleggio. I formaggi italiani tutelati dall’accordo bilaterale UE-Giappone rappresentano il 42% dei formaggi europei previsti dall’intesa. I formaggi italiani preferiti dai giapponesi sono i freschi (il 52% dell’export) seguiti dalle DOP, 28%. Di queste, Grana Padano e Parmigiano Reggiano (1,9 mila tons), Gorgonzola (400 tons), Pecorino Romano (300 tons).


Print Friendly, PDF & Email
Condividi su:
Questo articolo ha una valutazione media di: Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.

    Autore articolo:
    Redazione

    Altri articoli:

    Puoi usare i filtri dei menu a tendina per selezionare gli autori o le categorie o fare una ricerca libera.

    All Angela PetroccioneDavide Di VietroFabio RussoRedazione 7 HorecanewsninmorfeoRedazioneRedazione 2Redazione 3Redazione 4Redazione 5Rosaria CastaldoSimona RiccioValentina Masotti
    🔍