9 illustrazioni raccontano i Paesi finalisti dell’Ernesto Illy International Coffee Award

Giornata Nazionale della Colletta Alimentare: Lactalis sostiene Fondazione Banco Alimentare Onlus

Andrea Leali vince Acqua di Chef 2021

Si avvicina la finale mondiale di Gelato Festival World Masters

Una nuova legge tutela il pane pugliese

Il Consiglio regionale, sulla base delle indicazioni delle associazioni regionali di panificatori ha approvato una legge sulla promozione e sulla tutela dell’attività di panificazione per la regione Puglia. L’obiettivo è chiaro: regolare e disciplinare l’attività di produzione e vendita del pane, sostenendo e valorizzando le peculiarità dei pani tradizionali, la tutela del consumatore, l’informazione nutrizionale […]

Attualità Redazione 4 - 27 Febbraio 2019

pane pugliese

Il Consiglio regionale, sulla base delle indicazioni delle associazioni regionali di panificatori ha approvato una legge sulla promozione e sulla tutela dell’attività di panificazione per la regione Puglia.
L’obiettivo è chiaro: regolare e disciplinare l’attività di produzione e vendita del pane, sostenendo e valorizzando le peculiarità dei pani tradizionali, la tutela del consumatore, l’informazione nutrizionale e la sicurezza igienico-sanitaria dei prodotti.

La nuova normativa garantisce la formazione del responsabile dell’attività, la valorizzazione delle specialità da forno tipiche della tradizione pugliese e delle filiere locali. Previsto per il sostegno di tali attività uno stanziamento di 120.000 euro, prelevati da fondi strutturali europei (programmazione 2014-2020).
La giunta regionale adotterà entro sei mesi un regolamento di attuazione che fisserà le modalità e i criteri di promozione della formazione, dell’aggiornamento professionale e della riqualificazione degli operatori. Sono previste anche sanzioni da 1.000 a 4.000 euro nel caso della mancata formazione e da 2.000 a 5.000 euro per l’inottemperanza delle disposizioni previste in ordine alle modalità di vendita (pane che deve essere venduto nel giorno stesso di produzione; vendita di pane sfuso consentita in aree pubbliche, costruzioni stabili e negozi mobili purché l’esercente sia dotato di appositi banchi di esposizione con idonee caratteristiche igienico sanitarie, etc).
Con un emendamento dello stesso Colonna è stato inserito un articolo che impegna la Regione a sostenere e attuare iniziative di promozione e valorizzazione delle produzioni di pane del territorio pugliese riconosciute con i marchi Dop (denominazione di origine protetta) e Igp (indicazione geografica protetta).


Print Friendly, PDF & Email
Condividi su:
Questo articolo ha una valutazione media di: Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
    Autore articolo:
    Redazione 4

    Altri articoli:

    Puoi usare i filtri dei menu a tendina per selezionare gli autori o le categorie o fare una ricerca libera.

    All Angela PetroccioneDavide Di VietroFabio RussoRedazione 7 HorecanewsninmorfeoRedazioneRedazione 2Redazione 3Redazione 4Redazione 5Rosaria CastaldoSimona RiccioValentina Masotti
     
    🔍