A Viareggio la seconda tappa del Sina Chefs’ Cup Contest

Ricola celebra con Slow Food la Giornata Mondiale delle Api

A Tuttopizza il nuovo servizio di Casolaro Hotellerie per piatti personalizzati

Per la Giornata Mondiale della Biodiversità, Mulino Bianco lancia “Rigoli Special Edition”

Tutto il buono di Ortonuovo: materie prime di qualità, fornitori locali selezionati

Ortonuovo è una realtà veronese che offre produzioni buone e artigianali come fatte in casa, con materie prime fresche e senza conservanti, affidabili e sostenibili.

Frutta & Verdura Redazione 5 - 17 Gennaio 2022

      Ascolta la notizia in formato audio

Per ottenere un prodotto finito sano e gustoso, è fondamentale partire da una materia prima di alta qualità. Per questo Ortonuovo, azienda veronese, per le sue verdure di IV e V gamma si affida a produttori locali di fiducia e aziende agricole selezionate.

Per noi di Ortonuovo è fondamentale selezionare materie prime buone e di alta qualità per arrivare ad un prodotto finito che sia buono e conforme a determinati standard” esordisce Andrea Scamperle, Direttore generale di Ortonuovo.

Da oltre 50 anni l’azienda veronese opera nell’ambito del commercio di frutta e verdura e da 25 anni produce vegetali di IV e V gamma, collaborando con fornitori locali e aziende agricole in grado di rispettare gli standard qualitativi richiesti. Le verdure di Ortonuovo sono preparate in modo genuino, mantenendo inalterati profumi e sapori, proprio come vuole la tradizione culinaria italiana. L’assenza di conservanti fa sì che i prodotti mantengano inoltre le proprietà organolettiche e nutrizionali.

Dobbiamo sapere cosa compriamo e cosa ci occorre per un prodotto realmente “buono”. Sicuramente l’esperienza fa da padrona, ma negli anni abbiamo selezionato produttori che operano principalmente su Verona e provincia e ci forniscono le materie prime – continua ScamperleAbbiamo stretto relazioni con alcune realtà agricole che hanno iniziato a produrre seguendo i nostri standard, mentre alcune referenze le produciamo noi”.

Inoltre, la selezione delle verdure avviene seguendo la stagionalità: ecco perché alcuni prodotti non si trovano in determinati periodi dell’anno, aspetto che da un lato può sembrare una mancanza, ma che a ben guardare è in realtà indice di freschezza, bontà e km 0 del prodotto.
Le referenze dell’azienda vengono prodotte quotidianamente seguendo la ricetta con molto rigore, anche se non manca un’attenzione particolare alla Ricerca & Sviluppo: “Ci teniamo molto e investiamo in R&S sia per migliorare i cicli produttivi, sia per ricercare nuovi prodotti. Molte idee nascono dall’intuito del management, ma anche dal dialogo con i nostri dipendenti, che spesso propongono ricette nuove, o dal semplice confronto con fornitori, amici e più in generale con i nostri stakeholder”.

La passione che si respira in Ortonuovo si tramanda di generazione in generazione e pone al centro l’amore per la cucina e per le verdure, unito alla ricerca di materie prime di alta qualità e all’utilizzo di un metodo di produzione artigianale per la preparazione dei suoi piatti.
Un’esperienza acquisita in oltre 50 anni di attività nel settore dell’ortofrutta, che ha permesso di consolidare conoscenze e competenze legate alle materie prime e ai processi produttivi. Un know-how che si esplica soprattutto grazie alla presenza di un personale fortemente competente: “Le nostre cuoche sono adeguatamente formate al raggiungimento del risultato qualitativo. Alcune di loro lavorano con noi da quando è nata l’azienda, ormai 25 anni fa” racconta Andrea Scamperle.

Ortonuovo è anche rigore nel rispetto dell’artigianalità. Infatti, continua Scamperle: “Anche se i volumi richiederebbero l’adozione di un sistema di lavorazione industriale, l’azienda produce quotidianamente tutte le referenze tramite un metodo basato sull’artigianalità che garantisce di mantenere più alto il livello di attenzione sul prodotto e sugli standard qualitativi di lavorazione“.

Tra i valori cardine della filosofia aziendale si colloca infine l’attenzione alla sostenibilità, che si concretizza in un’offerta alimentare basata su piatti di origine vegetale per un’alimentazione completa e plant-based, in lavorazioni a impatto zero e rapporti con fornitori che si collocano nelle aree geografiche prossime a dove il prodotto viene lavorato, ma anche nell’impiego di energie rinnovabili nel processo produttivo.

L’azienda sarà presente a Marca 2022, la manifestazione italiana interamente dedicata alla marca commerciale, allo Stand B64 – C63 presso il padiglione 29, dal 12-13 aprile 2022 a Bologna, per presentare tutta la gamma di prodotti, una selezione per tutti i gusti!


Print Friendly, PDF & Email
Condividi su:
Questo articolo ha una valutazione media di: Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
    Autore articolo:
    Redazione 5

    Altri articoli:

    Puoi usare i filtri dei menu a tendina per selezionare gli autori o le categorie o fare una ricerca libera.

    All Angela PetroccioneDavide Di VietroFabio RussoRedazione 7 HorecanewsninmorfeoRedazioneRedazione 2Redazione 3Redazione 4Redazione 5Rosaria CastaldoSimona RiccioValentina Masotti
    🔍