L’ortofrutta sul “blue carpet” del Giffoni Film Festival con Terra Orti

“The Perfect Match”, il tour estivo di Fever-Tree

The Milan Coffee Festival. Torna l’evento internazionale del caffè

A settembre a Napoli gran finale per il Leva Contest

Nasce Fomab, dall’unione di tre realtà del mondo della panificazione, pasticceria e pizzeria

Dall'unione di tre aziende italiane nasce Fomab, con l'obiettivo di creare un player di riferimento nella produzione di macchinari per panificazione, pasticceria, pizzeria. Amministratore delegato di Fomab sarà Paolo Zunino.

Aziende Redazione 2 - 17 Dicembre 2021

      Ascolta la notizia in formato audio

Vitella Srl, Starmix Srl ed Effedue Srl, sono noti brand nel mondo della panificazione, pasticceria e pizzeria, che progettano e producono macchine come spezzatrici, mescolatrici, planetarie, sfogliatrici e impastatrici. Tutte e tre le società hanno sede in provincia di Vicenza tra Schio e Marano Vicentino, dove si è sviluppato da anni un distretto che accentra una fetta preponderante della produzione italiana dei macchinari per la panificazione.

Dall’unione di queste tre realtà è nato un nuovo gruppo, Fomab, operazione portata a termine da Mandarin Capital Partners III, fondo di private equity specializzato in investimenti in piccole medie aziende esportatrici italiane.

Il nuovo gruppo chiude il 2021 con un fatturato di circa 23 milioni, una marginalità superiore al 15% ed una quota di export intorno al 60%. Vitella, Starmix ed Effedue si caratterizzano per una elevata qualità ed affidabilità delle macchine, oltre che per una importante capacità di innovazione.

Il progetto elaborato da MCP prevede che a questa prima operazione ne seguano altre che vedranno Fomab acquisire ulteriori aziende, anche con lo scopo di completare la gamma di prodotti offerti alla clientela. L’obiettivo è quello di creare un player di riferimento in un settore che vede gli italiani primeggiare a livello mondiale (il 65% del mercato mondiale è in mano ad aziende italiane), ma che è caratterizzato da una estrema frammentazione.

I tre imprenditori delle società in questione, che sono Alberto Vitella, Michele Stella e Luca Fabris, andranno a rivestire ruoli manageriali all’interno del nascente gruppo.

Paolo Zunino, manager con esperienza pluriennale nel settore del food machinery tra cui quella alla guida di Esmach società del gruppo Ali, è il nuovo amministratore delegato del gruppo.
Alla presidenza di Fomab MCP Gianluca Boni, manager che in passato ha gestito diversi progetti di aggregazione anche per conto di fondi di private equity.

Un ruolo chiave nell’elaborare il progetto è stato giocato da Eos & Partners, boutique di global advisory guidata da Roberto Duchini, Emilio Marcon e dall’Avv. Franco Silvano Toni di Cigoli con un profondo radicamento nel Nord-Est, che ha assistito i venditori. MCP è stata assistita da KPMG come buy side advisor e per le due diligence finanziaria e fiscale, mentre quella commerciale è stata affidata a GEA. Sul fronte degli studi legali MCP è stata assistita dallo studio legale Pavia e Ansaldo con un team guidato dal socio Giuseppe Besozzi e composto dalle associate Martina Bosi e Martina Villa, mentre i venditori si sono affidati a Eos & Partners, allo studio SAT con l’Avv. Alvise Spinazzi e il dott. Silvio Genito, allo studio Casa & Associati con l’Avv. Silvia Rosina e studio Franco & Associati con la dott.ssa Silvia Fiorin. Il dottor Zunino sr dell’assistenza dello studio Andersen con l’Avv. Riso e l’Avv. Ferrandi. Electa Italia ha supportato MCP nella strutturazione del closing dell’operazione.

L’operazione è stata finanziata da BPER, che è stata assistita dal team di Davide D’Affronto di Simmons&Simmons. Advisor del debito di MCP è stato il team di Alessandro Azzolini di PwC.

Lorenzo Stanca, managing partner di MCP ha dichiarato: “Con questa operazione miriamo a creare un operatore di riferimento in un segmento che vede l’Italia primeggiare nel mondo per qualità, affidabilità e innovazione. L’integrazione consentirà di generare sinergie produttive e commerciali e di migliorare la qualità del servizio offerto ai clienti, come pure di offrire nuove prospettive alle persone che lavorano nel gruppo”.

Paolo Zunino ha dichiarato: “Operazioni come questa consentono di dare una marcia in più ad aziende già ben posizionate e con un prodotto riconosciuto sul mercato. La dimensione è un fattore importante perché consente di offrire servizi migliori e maggiore affidabilità per i clienti”.

Michele Stella di Starmix ha dichiarato: “Nel corso degli ultimi anni ci siamo resi conto che il modello Nord-Est ‘piccolo è bello’, che per anni è riuscito indubbiamente a creare valore e prosperità, incontra sempre maggiori difficoltà a competere sui mercati internazionali. Le complessità dei sistemi chiedono capitali e competenze difficili da reperire per le piccole aziende. L’aggregazione, oltre a rafforzare la nostra presenza sui mercati internazionali, ci aiuterà ad affrontare le nuove sfide del prossimo futuro: green, e-commerce e intelligenza artificiale.

L’obiettivo del gruppo è quello diventare un riferimento all’intero settore per arrivare a competere con i grandi gruppi mondiali.”

Alberto Vitella di Vitella ha dichiarato: “È un progetto in cui credo molto perché lo considero cruciale per lo sviluppo futuro nonché un’opportunità concreta di crescita, sia personale che dell’intero gruppo. L’unione fa la forza!

Luca e Silvano Fabris di Effedue hanno dichiarato: “Con questa aggregazione nasce un nuovo gruppo che ambisce ad affermarsi nel mondo tra i leader del settore. Speriamo di essere d’esempio per i giovani imprenditori affinché sempre più realtà come le nostre si aggreghino per lo sviluppo delle aziende italiane nel mondo.”

 

Dal 2007, MCP è un team di professionisti che gestisce una piattaforma di fondi di private equity cross-border, con strategia di investimento rivolta ad aziende di piccole-medie dimensioni, attive sul mercato italiano e nella regione DACH (Germania, Austria, Svizzera), per le quali l’espansione internazionale rappresenta una rilevante opportunità di sviluppo. MCP ha sede legale in Lussemburgo ed è presente sul mercato italiano con una filiale. Si avvale, inoltre, di due local investment advisers che coprono le geografie di interesse (Cina e regione DACH). Grazie alla propria rete di uffici e investment advisers, MCP è in grado di offrire un supporto cruciale alle aziende in portafoglio, sui processi di crescita organica e/o per linee esterne, sia in Italia sia all’estero. Il team di MCP vanta un track record di successo, con 24 investimenti completati e più di € 500 milioni investiti.


Print Friendly, PDF & Email
Condividi su:
Questo articolo ha una valutazione media di: 5/5 (2)

Lascia una valutazione

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
    Autore articolo:
    Redazione 2

    Altri articoli:

    Puoi usare i filtri dei menu a tendina per selezionare gli autori o le categorie o fare una ricerca libera.

    All Angela PetroccioneDavide Di VietroFabio RussoRedazione 7 HorecanewsninmorfeoRedazioneRedazione 2Redazione 3Redazione 4Redazione 5Rosaria CastaldoSimona RiccioValentina Masotti
    🔍