A Viareggio la seconda tappa del Sina Chefs’ Cup Contest

Ricola celebra con Slow Food la Giornata Mondiale delle Api

A Tuttopizza il nuovo servizio di Casolaro Hotellerie per piatti personalizzati

Per la Giornata Mondiale della Biodiversità, Mulino Bianco lancia “Rigoli Special Edition”

Contro lo sfruttamento nella filiera del pomodoro: Princes Industrie Alimentari e Oxfam Italia

La collaborazione tra Princes Industrie Alimentari e Oxfam Italia porta avanti l'impegno nella tutela dei diritti dei lavoratori nella filiera del pomodoro.

Aziende Redazione 2 - 26 Gennaio 2022

      Ascolta la notizia in formato audio

Princes Industrie Alimentari (PIA), società che gestisce il più grande stabilimento in Europa per la trasformazione del pomodoro, e Oxfam Italia, associazione in prima linea contro ogni forma di disuguaglianza, hanno avviato una collaborazione che permette un ulteriore passo avanti nell’impegno contro pratiche che non tutelano i diritti dei lavoratori, specialmente quelli più fragili, lasciandoli nel rischio di incorrere in fenomeni di sfruttamento come il caporalato

La partnership con Oxfam Italia prevede un’attività di monitoraggio e certificazione delle iniziative messe in campo da Princes per il rispetto dei diritti umani non solo fra tutti i propri fornitori ma anche nella filiera del pomodoro pugliese. Tali iniziative prevedono formazione in tema di diritti del lavoro, e buone pratiche etiche, in tema di sicurezza sul lavoro e prevede la possibilità di copertura sanitaria (visite mediche e certificazione) oltre che l’accesso ad un servizio di “help desk” per i lavoratori impiegati nei campi, oltre alla possibilità di accedere al trasporto sicuro nei campi. 

Come recentemente attestato dagli ultimi dati dell’Ispettorato Nazionale del Lavoro, i fenomeni di sfruttamento sono in crescita in tutta Italia, soprattutto nelle aree economicamente più ricche: nel biennio 2020-2021, le aziende irregolari scoperte hanno superato il 68% nelle regioni del Mezzogiorno e il 78% nelle altre. A livello industriale, se l’agricoltura rimane il settore più esposto, edilizia, logistica e servizi alla persona – in forte ripresa nel post-pandemia – stanno registrando forti incrementi.

La collaborazione con Oxfam Italia è un altro tassello importante del percorso che Princes Industrie Alimentari ha avviato da tempo per rendere più giusta ed equa la filiera del pomodoro 100% Made in Puglia. Grazie a questa preziosa collaborazione riusciamo a porre la giusta attenzione sulla formazione dei nostri partner agricoli e dei lavoratori, con la speranza che questo possa ulteriormente diffondere, nella più ampia platea della filiera del pomodoro da industria, e nel mondo dell’agroindustria italiana, una sana cultura positiva della difesa dei diritti umani e del lavoro” ha commentato Gianmarco Laviola, Amministratore Delegato di Princes Industrie Alimentari

La collaborazione Princes-Oxfam è parte integrante dell’Accordo di Filiera firmato da Princes Industrie Alimentari e Coldiretti per sostenere la crescita della filiera del pomodoro 100% Made in Italy. L’impegno per la sostenibilità etica della Filiera, all’interno del nuovo Accordo, si manifesterà anche con una stretta e preziosa collaborazione con le sigle sindacali Flai-Cigl, Uila-Uil, Fai-Cisl.

Princes Industrie Alimentari svolge un ruolo di primo piano nella promozione del rispetto delle norme e nel garantire condizioni di lavoro etiche e sicure lungo tutta la filiera; la collaborazione con Oxfam Italia fa parte di un approccio più ampio che fa leva sulla condivisione di valori e progetti con altre realtà e partner fortemente impegnati nel contrasto alle pratiche di sfruttamento.  

Ripe colorful tomatoes in a basket on wooden board outdoors. Organic food. Selective focus

L’azienda lavora nello stabilimento di Foggia unicamente pomodoro di origine pugliese e si rifornisce esclusivamente da produttori che rispettano i più alti standard in tema di lavoro etico, secondo le certificazioni “Global G.A.P. GRASP” o “SA8000”. Inoltre, Princes richiede l’iscrizione alla Rete del Lavoro Agricolo di Qualità a tutti i suoi fornitori agricoli.

Proprietaria e produttrice di Napolina, il più grande brand di pomodori italiani nel Regno Unito, Princes Industrie Alimentari è, grazie a partnership con Coldiretti e Oxfam, una delle voci più importanti nell’evidenziare i cambiamenti positivi che si sono attuati rispetto a modalità di lavoro storiche nel Mezzogiorno italiano. Nel Regno Unito, i consumatori possono vedere le origini dei pomodori Napolina attraverso un tracciamento realizzato grazie a un QR code posto sulle confezioni. L’impegno di Princes Industrie Alimentari a favore dei diritti umani nella filiera del pomodoro italiana è stato riconosciuto dai principali supermercati britannici.

 

Princes Industrie Alimentari (PIA) è una società italiana leader in Europa nella lavorazione del pomodoro, costituita nel 2012 e con sede a Foggia. PIA impiega oltre 500 lavoratori durante tutto l’anno; il personale coinvolto nelle attività supera le 1600 unità al culmine della campagna del pomodoro. PIA fa parte del gruppo internazionale Princes, leader europeo nel settore del food&beverage. In Princes lavorano 7.000 persone distribuite in 14 siti produttivi distribuiti principalmente in Europa.


Print Friendly, PDF & Email
Condividi su:
Questo articolo ha una valutazione media di: Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
    Autore articolo:
    Redazione 2

    Altri articoli:

    Puoi usare i filtri dei menu a tendina per selezionare gli autori o le categorie o fare una ricerca libera.

    All Angela PetroccioneDavide Di VietroFabio RussoRedazione 7 HorecanewsninmorfeoRedazioneRedazione 2Redazione 3Redazione 4Redazione 5Rosaria CastaldoSimona RiccioValentina Masotti
    🔍