Dolomia è la prima acqua minerale col marchio IoSonoFvg

Conferme importanti e new entry per l’edizione 2022 di Beer&Food Attraction

Annunciate le vincitrici del concorso nazionale “Extra Cuoca – Il talento delle donne per l’olio extra vergine di oliva”

Federico Casucci vince Do It Dry! con il ready to drink Kolino

Il made in Italy al top della spesa alimentare italiana

Più proteine, fibre e grassi e meno zuccheri. È la fotografia degli alimenti che entrano nel carrello della spesa degli italiani nel 2018. Aumentano, infatti, i prodotti nutrienti con particolare attenzione al veg, al bio ma sempre con l’italianità al centro cedendo raramente a tentazioni che arrivano da lontano. La ricerca emerge dalla quarta edizione […]

Indagini e Ricerche Redazione 4 - 3 Dicembre 2018

made in Italy

Più proteine, fibre e grassi e meno zuccheri. È la fotografia degli alimenti che entrano nel carrello della spesa degli italiani nel 2018. Aumentano, infatti, i prodotti nutrienti con particolare attenzione al veg, al bio ma sempre con l’italianità al centro cedendo raramente a tentazioni che arrivano da lontano. La ricerca emerge dalla quarta edizione dell’Osservatorio Immagino realizzato da Nielsen e da GS1 Italy, che misura le scelte alimentari degli italiani ancora una volta caratterizzate da un mix di salutismo e voglia di gusto.

L’Osservatorio Immagino Nielsen GS1 Italy incrocia le informazioni riportate sulle etichette dei 94.179 prodotti di largo consumo digitalizzati a giugno 2018 dal servizio Immagino di GS1 Italy (oltre 100 variabili tra ingredienti, tabelle nutrizionali, loghi e certificazioni, claim e indicazioni di consumo) con le rilevazioni Nielsen su venduto (retail measurement service), consumo (consumer panel) e fruizione dei media (panel TV – Internet).

Tra giugno 2017 e giugno 2018 l’apporto calorico del carrello è aumentato dello 0,2%, arrivando a 182,8 calorie per 100 g/ml. Nel carrello degli italiani entrano alimenti con più fibre, proteine e lipidi per un calo di carboidrati e zuccheri.

L’Osservatorio Immagino, su 95mila prodotti analizzati, rileva trend positivi soprattutto nelle vendite di alimenti legati al lifestyle con +8,9% (tra biologici, veg, halal e koshe) e degli arricchiti i ‘rich-in+5,2% (in particolare integrali o con fibre). In aumento anche i prodotti per intolleranti al glutine o al lattosio (+3,2% contro +4,4% dei 12 mesi precedenti) e i ‘senza’ i ‘free from’ (+1% rispetto al +2,3%).

Confermato il fenomeno dell’italianità in etichetta

Per il 25,1% dei prodotti si ricercano ingredienti made in Italy, e raggiunge il 22,5% di quota sul giro d’affari complessivo, in crescita del 3,5% rispetto all’anno precedente. Complessivamente sono oltre 6,4 miliardi di euro le vendite generate dai prodotti che riportano in etichetta le diciture “100% italiano“, “made in Italy” e “solo ingredienti italiani“, pittogrammi come la bandiera nazionale e indicazioni geografiche riconosciute in ambito Ue come Dop, Igp, Doc e Docg.


Print Friendly, PDF & Email
Condividi su:
Questo articolo ha una valutazione media di: Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
    Autore articolo:
    Redazione 4

    Altri articoli:

    Puoi usare i filtri dei menu a tendina per selezionare gli autori o le categorie o fare una ricerca libera.

    All Angela PetroccioneDavide Di VietroFabio RussoRedazione 7 HorecanewsninmorfeoRedazioneRedazione 2Redazione 3Redazione 4Redazione 5Rosaria CastaldoSimona RiccioValentina Masotti
     
    🔍