Giuseppe Aloisio vince il primo Campionato Mondiale di Originale Pinsa Romana

Al via la terza edizione di Panettone Maximo

Annunciato il vincitore dell’Ernesto Illy International Coffee Award 2021

Gelato Festival World Masters: il miglior gelato del mondo è ungherese

Ristorazione e lavoro. Fipe si trasforma in un centro per l’impiego con i Talent Day

Connettere domanda e offerta di manodopera qualificata per ristoranti e bar. Con questo obiettivo Fipe ha lanciato i Talent Day.

Business Ho.Re.Ca. Redazione 2 - 20 Ottobre 2021

Nell’anno peggiore della pandemia, il 2020, il mondo dei Pubblici esercizi ha visto sparire 243mila posti di lavoro di cui 116mila a tempo indeterminato. Oggi si assiste a un rimbalzo, seppur parziale, con la ristorazione che nel solo mese di ottobre ha in previsione l’assunzione di 41.700 addetti.

Come vi abbiamo raccontato nella news dedicata alla novità lanciata da Fipe-Confcommercio, la Federazione Italiana dei Pubblici Esercizi si avvia a creare infatti una vera e propria rete, che tiene insieme scuole alberghiere e della ristorazione, agenzie per la somministrazione, imprese e lavoratori. Dalla cucina al bancone alla sala, niente più “passaparola” e improvvisazione ma un network delle competenze presentato ieri 19 ottobre in occasione del primo Talent Day organizzato da Fipe-Confcommercio.

L’obiettivo è semplice quanto fondamentale: reperire personale specializzato del quale bar e ristoranti hanno un disperato bisogno per continuare a erogare un servizio efficiente e traghettare il settore definitivamente fuori dalla crisi.

Lino Enrico Stoppani, presidente di Fipe-Confcommercio ha aperto ieri a Roma i lavori del primo Talent Day organizzato dalla Federazione, alla presenza, tra gli altri, della sottosegretaria al Lavoro, Tiziana Nisini e dell’assessore al Lavoro e alla Formazione della Regione Lazio, Claudio Di Berardino.

“Affrontare i temi del lavoro, dopo la tempesta del Covid – ha sottolineato Stoppani – è la sfida più difficile, per i problemi connessi ai tassi di produttività delle imprese ai minimi storici e a una situazione di forte carenza di manodopera e continua dispersione di competenze. Il contratto collettivo nazionale di lavoro è un presidio di legalità, che tutela non solo i dipendenti, ma anche le aziende contrastando i fenomeni di pirateria contrattuale ed è da qui che dobbiamo ripartire per unire le esigenze di innalzamento della produttività, con quelle di evoluzione della professionalità e delle competenze dei dipendenti”.

Oltre all’opportunità rappresentata dal Pnrr, fondamentale diventa la creazione di una rete in grado di favorire l’incontro tra domanda e offerta. Il Talent Day, appunto, lanciato oggi per la prima volta da Fipe-Confcommercio ma destinato a svilupparsi a livello territoriale nel corso della prossima primavera.

Obiettivo: farsi trovare pronti alla sfida dell’alta stagione per scongiurare la mancanza di manodopera qualificata.

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.


    Print Friendly, PDF & Email
    Condividi su:
    Questo articolo ha una valutazione media di: Ancora nessun voto.

    Lascia una valutazione

      Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.
      Autore articolo:
      Redazione 2

      Altri articoli:

      Puoi usare i filtri dei menu a tendina per selezionare gli autori o le categorie o fare una ricerca libera.

      All Angela PetroccioneDavide Di VietroFabio RussoRedazione 7 HorecanewsninmorfeoRedazioneRedazione 2Redazione 3Redazione 4Redazione 5Rosaria CastaldoSimona RiccioValentina Masotti
       
      🔍