Vinòforum: 20 anni di vino e cibo a Roma

HostMilano. Il mondo del gelato tra performance, equipment e trend

AVPN: Stefano De Filippo si conferma vincitore del Vera Pizza Contest

Grande successo per l’evento solidale “Uno Chef per Amico”

Notizie FLASH
Guarda tutte le ultime Notizie FLASH

NOTIZIE FLASH



Sette medaglie per le grappe Caffo al concorso Alambicco d’Oro

Alla quarantesima edizione di Alambicco d'Oro Gruppo Caffo 1915 ha infatti ottenuto il podio con sette sue grappe dei marchi S. Maria al Monte, Distilleria Durbino e Distilleria F.lli Caffo

Redazione - Pubblicato il 11 Maggio 2023 alle ore 15:30
Categoria: Alcolici Categoria: Premi & Riconoscimenti

Gruppo Caffo 1915 uno dei soci fondatori del Consorzio Nazionale di Tutela Grappa e leader in Italia per gli amari alla quarantesima edizione di Alambicco d’Oro Anag (Associazione Italiana Assaggiatori Grappa), ha infatti ottenuto il podio con sette sue grappe: medaglia d’oro per grappa di Pigato e grappa di Rossese etichette S. Maria al Monte; silver medal per grappa Friulia e Sgnape dal Fogolar Grappa Friuliana di Distilleria Durbino; medaglia d’oro per Grappizia, Grappa Unica di Calabria e argento per Vecchia Grappa Caffo, specialità della Distilleria F.lli Caffo.

Un successo che sottolinea l’unicità di gusto frutto della terra d’origine e che, sotto l’egida di Gruppo Caffo 1915 unisce l’Italia da nord a sud e da est a ovest sotto il segno dell’eccellenza. Un risultato davvero sorprendente se si pensa al numero cospicuo di medaglie che fanno capo ad un’unica azienda.
Siamo orgogliosi di essere parte attiva dell’operazione di rilancio di un simbolo per l’Italia intera come la grappa, la nostra acquavite di bandiera. Ci siamo prefissi da anni l’obiettivo di riuscire a trasmettere il carattere delle grappe legandole alle loro tipicità territoriali – dichiara Nuccio Caffo, amministratore delegato di Gruppo Caffo 1915dalla Liguria, al Friuli alla Calabria, la bellezza dell’Italia è proprio nella specificità dei suoi prodotti che lavoriamo con identica passione, conoscenza e competenza perché l’eccellenza per noi non ha confini. Quando poi il valore è riconosciuto e premiato dal più prestigioso concorso nazionale come Alambicco d’Oro Anag, abbiamo un’ulteriore conferma del nostro ottimo lavoro e ciò ci spinge ad ambire a ulteriori traguardi. Infatti siamo già al lavoro per creare una nuova grappa che rappresenterà un territorio e sarà fortemente legata ad un marchio importante del nostro gruppo”.

Nuccio Caffo

Alambicco d’Oro è il concorso nazionale che premia le grappe, acquaviti d’uva e brandy italiani di tutta Italia e il più importante appuntamento del mondo della distillazione. La sua giuria è composta da qualificati assaggiatori Anag provenienti da tutte le delegazioni regionali.
“Gruppo Caffo 1915 segna un ulteriore incredibile record: la regione Liguria ha ottenuto in totale due medaglie, entrambe d’oro ed entrambe andate alle grappe S.Maria al Monte, lo stesso vale per la regione Calabria che ha totalizzato tre medaglie tutte andate alle grappe Caffo, mentre il Friuli ha ottenuto un totale di quattro medaglie, due delle quali assegnate alle grappe della nostra Distilleria Durbino”, sottolinea contento Nuccio Caffo che prosegue: “Siamo oltremodo orgogliosi perché le grappe del sud prodotte dalla Distilleria F.lli Caffo hanno consentito di portare a casa ottimi risultati in Calabria dove operiamo come unica distilleria di grappa in tutta la regione”.

Anche Stefano Durbino, mastro distillatore e direttore degli stabilimenti friulani di Gruppo Caffo 1915, Mangilli Cantine e Distillerie e Distilleria Durbino Friulia, si dichiara molto felice dei risultati ottenuti e sottolinea che gli stessi sono il frutto di una autentica passione per questo tipo di attività e di una continua ricerca e sviluppo di nuovi metodi di lavoro aventi come obiettivo il costante miglioramento della qualità dei prodotti. Continua Durbino: “La ricerca della migliore materia prima presso le cantine più sensibili a rendere disponibili vinacce fresche di pigiatura, il continuo perfezionamento del sistema di conservazione delle stesse, l’aggiornamento tecnologico degli impianti nel rispetto delle vecchie e consolidate tradizioni, sono fattori che creano i presupposti per l’ottenimento di grappe di grande pregio e dalle caratteristiche d’eccellenza. Grande merito va ai mastri distillatori del Gruppo per il costante impegno e capacità ed un particolare ringraziamento all’azienda Caffo per la disponibilità nel mettere a disposizione importanti risorse economiche che rendono possibile lo sviluppo di nuovi progetti ed il conseguente raggiungimento dei migliori risultati”.

Sono infatti la materia prima di pregio e il saper fare frutto dell’eredità di oltre un secolo di esperienza come distillatori la base del successo di Gruppo Caffo 1915: “Noi nasciamo come distillatori di vinaccia e la mia famiglia è alla quarta generazione di distillatori. Le nostre conoscenze ed esperienze sono frutto di una storia autentica che narra del duro e paziente lavoro di uomini esperti di alambicchi di rame”, conclude Nuccio Caffo.


Print Friendly, PDF & Email
Condividi su:
Questo articolo ha una valutazione media di: Ancora nessun voto.

Lascia una valutazione

    Vuoi ricevere maggiori informazioni sull'argomento di questo articolo? Compila il form indicando i tuoi dati e ti metteremo in contatto con chi potrà fornirti le informazioni richieste senza alcun impegno da parte tua.

    Autore articolo:
    Redazione

    Altri articoli:

    Puoi usare i filtri dei menu a tendina per selezionare gli autori o le categorie o fare una ricerca libera.

    All Alberto PresuttiAngela PetroccioneDavide Di VietroFabio RussoRedazione 7 HorecanewsninmorfeoRedazioneRedazione 2Redazione 3Redazione 4Redazione 5Rosaria CastaldoSimona RiccioValentina Masotti
    🔍